Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incendio al centro commerciale di Porta Siena: si va verso l'apertura di un fascicolo

  • a
  • a
  • a

Proseguono le indagini per capire quale sia stata la causa scatenante dell’incendio che si è verificato lunedì all’interno del centro commerciale Porta Siena. Nella giornata di ieri i vigili del fuoco del comando provinciale hanno svolto tutti i rilevamenti del caso, ed hanno consegnato i risultati alla Procura di Siena. E’ probabile che venga aperto un fascicolo per incendio colposo nei confronti di ignoti, anche perché i danni alla profumeria sembrano essere ingenti. I negozi rimasti direttamente coinvolti nell'incendio sono quattro, e stando alle prime ricostruzioni le fiamme sarebbero partite dal magazzino della profumeria Allscent, situata al primo piano del centro commerciale. 

 


L'incendio avrebbe poi provocato anche dei danni alle tubature dell'acqua, e la perdita avrebbe interessato in particolar modo il supermercato Pam, situato al piano terra. Nella mattinata di ieri tutti i negozi del primo piano (eccetto Cotton&Silk) e quelli del secondo sono rimasti chiusi, al piano terra la Pam ha dovuto ritardare l'apertura, il tutto per consentire ai vigili del fuoco di ultimare i rilievi e mettere in sicurezza la zona.  Nel pomeriggio a tutti i commercianti è stato dato l’ok per rialzare le serrande, segno evidente che l'allarme antincendio è stato ripristinato correttamente, dato che quello era il requisito minimo per poter consentire il ritorno in sicurezza dei lavoratori. 

 


Ovviamente non ha riaperto Allscent: nei locali di questa attività i danni sono importanti e i punti da chiarire sono ancora molti. In primis sarà necessario fare luce sulla dinamica che ha causato l'inizio dell'incendio. Le indagini dei Vigili del Fuoco si sono concentrate soprattutto nel soffitto della profumeria. Inoltre, al momento dell'incendio una commessa è rimasta lievemente ustionata, ed è stata portata al Policlinico Santa Maria alle Scotte, ma fortunatamente già nella sera di lunedì è stata dimessa. Adesso si tratterà di capire qual è stata la causa che ha provocato il rogo avvenuto lunedì pomeriggio.