Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, protesta in Via Camollia: "Stop auto, troppi pericoli"

  • a
  • a
  • a

Una ventina di residenti e commercianti di via Camollia hanno protestato ieri sera in strada. Chiedono la completa pedonalizzazione della via, attraversata fino alle ore 19 da autobus e dalle 19 in poi da auto e moto di residenti. “Ma non solo da loro”, denunciano.

 

Più volte si sono già fatti sentire in passato. Ieri attorno alle ore 19,30 sono scesi in strada e si sono posizionati all’inizio della via, in prossimità del cartello che indica il divieto di accesso, ad eccezione dei residenti, in orario serale e notturno. “Tuttavia tanti passano ugualmente da qui anche dopo le ore 19 – hanno sottolineato. – Anche i non residenti lo fanno, perché sono abituati a transitarci durante le ore diurne”.
“La situazione è divenuta insostenibile – dichiara Michela Donatello, una dei residenti che ha manifestato. – Non possiamo tenere le finestre aperte a causa dell’inquinamento. E scendere in strada è pericoloso per l’intenso traffico, si pensi alle difficoltà che incontra chi ha un bambino piccolo in un passeggino. I residenti hanno queste problematiche, mentre i commercianti e i ristoratori hanno difficoltà a tenere i tavolini fuori sulla strada”. 
Prosegue Michela Donatello: “Qui è pericoloso anche camminare, più di una volta ho visto gli autobus incastrarsi all’imbocco della via. Il muro è infatti danneggiato. Sono mezzi troppo ingombranti per una strada come questa che non è di grandi dimensioni. Questa via non riesce a contenere autobus come quelli che qui regolarmente circolano”. 

 


“La normativa non viene rispettata – aggiunge Andrea Furielli, un altro residente. – Anche dopo le ore 19 tanti, sia in auto che in motorino, passano da qui senza poterlo fare. Dovrebbero aumentare i controlli. Poi c’è l’aspetto della sicurezza che non va sottovalutato. Molto spesso capita che ci si debba avvicinare e quasi addossarsi al muro per non essere colpiti da un veicolo. Credo che via Camollia sia l’unica strada del centro storico che continua ad essere attraversata da autobus di tali dimensioni. Speriamo che si possa arrivare ad una completa pedonalizzazione”. 
Con i residenti c’era anche David Chiti, presidente dell’Associazione centro commerciale naturale della città di Siena: “Sono favorevole alla pedonalizzazione – ha detto, – che è una soluzione già adottata in altre vie senesi. Consentirebbe una maggiore tranquillità sia ai residenti che ai commercianti che devono poter lavorare al meglio. Il Comune ha già fatto molto per supportarli, chiediamo di fare un passo ulteriore e di venire incontro a chi avanza questa richiesta”.