Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cade dalla mongolfiera e muore la pilota 39enne Elisa Agnoletti. La tragedia a Buonconvento

Filippo Meiattini
  • a
  • a
  • a

Una tragica caduta da qualche decina di metri ha improvvisamente spento la vita di Elisa Agnoletti. Questione di attimi, la mongolfiera che inavvertitamente riprende quota dopo aver scaricato a terra i turisti e lei, pilota 39enne di Cesena, che tenta disperatamente di fermare il mezzo aggrappandosi per trattenerlo, ma che poi finisce al suolo, con un violento impatto che non le ha lasciato scampo. L’incidente si è consumato di prima mattina, alle 7,52 a Bibbiano, frazione del comune di Buonconvento. Sul posto sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco, i carabinieri, i sanitari del 118 e l'elisoccorso Pegaso, ma ormai era troppo tardi, Elisa Agnoletti è morta sul colpo. Il corpo è stato rinvenuto senza vita in un campo di Bibbiano, mentre la mongolfiera è atterrata distante, vicino ad un boschetto.

 


La dinamica dell’incidente è ancora da chiarire. Secondo le prime ricostruzioni l'aeromobile (modello Ultramagic M-160) è stato riportato a terra dalla donna per permettere ai turisti, che erano a bordo per un tour sulla Val d’Orcia e le terre di Siena, di scendere regolarmente. Successivamente, per motivi ancora da accertare, però, forse per un urto involontario sulla leva del decollo o per un problema di pressione, il pallone ha iniziato a gonfiarsi e la mongolfiera ha nuovamente ed inaspettatamente ripreso quota, e con essa Elisa Agnoletti, che avrebbe tentato invano di trattenerla. Anche un'altra persona ha provato ad aggrapparsi per fermare il mezzo, ma ha mollato la presa prima di venire portata ad alta quota. La pilota invece è stata sollevata fino a circa 20-30 metri prima di perdere la presa. Presente sul posto al momento dell'incidente c’era anche il compagno di Elisa Agnoletti, anche lui pilota di mongolfiere, che ha assistito impotente alla caduta della donna ed è stato portato via sotto shock. Per fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente di volo, la procura della repubblica di Siena ha aperto un fascicolo su cui lavora il pm Niccolò Ludovici, che ha già disposto l'autopsia sul corpo della 39enne.

 

 

 

Negli accertamenti il magistrato sarà coadiuvato dai Carabinieri. Il primo passo, e forse anche il più determinante, sarà quello di ascoltare i testimoni, dato che alla tragica scena hanno assistito diverse persone. Infatti erano presenti al momento dell'incidente sia i turisti che si trovavano nella mongolfiera prima dell’incidente, che un altro gruppo all’interno di un secondo aeromobile, dove si trovava anche il compagno della 39enne, per un totale di circa dieci persone. Inoltre i Carabinieri, per ricostruire la dinamica ed accertarsi che non ci siano stati dei malfunzionamenti da parte della mongolfiera, collaboreranno anche con l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv). La stessa Ansv ha a sua volta aperto un’inchiesta di sicurezza, e ieri sul posto è stato inviato un investigatore per svolgere il sopralluogo operativo. La procedura dell'Ansv ha lo scopo di prevenire futuri incidenti, dato che le inchieste tecniche non attribuiscono colpe o responsabilità, ma sarà comunque fondamentale il parere degli esperti incaricati analizzare il mezzo. Le piste in questo momento al vaglio degli inquirenti sono tre: cambio atmosferico improvviso e inaspettato, errore umano o guasto tecnico. Sul luogo dell’incidente ieri sono stati svolti rilievi necessari per le indagini.