Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Mps di Siena, rialzo in borsa dopo l'avvio delle tratative con Unicredit per l'acquisizione

  • a
  • a
  • a

Banca Mps di Siena in forte rialzo in borsa dopo l'avvio delle trattative con Unicredit per l'acquisto di parte dell'istituto di credito. La notizia, arrivata ieri sera a mercati chiusi, ha dominato ile prime pagine economiche in Italia e in Europa. 

 

Unicredit e Mps non hanno fatto prezzo all’inizio della giornata di contrattazioni di Piazza Affari, per poi schizzare al rialzo. Il titolo di Piazza Gae Aulenti si porta in cima al listino Ftse Mib con un rally di oltre +5 per cento, oltre i 10,35 euro, mentre le quotazioni di Monte dei Paschi segnano un rally fino a +10 per cento. Il titolo entra poi in asta di volatilità in corrispondenza di un balzo dell’8 per cento circa, poco dopo le 9.30 ora italiana, per poi salire del 7% circa, a 1,212 euro. Unicredit e Mps beneficiano della nota con cui Unicredit ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il Mef - maggiore azionista della banca senese con una partecipazione pari al 64 per cento - per avviare trattative in esclusiva in merito a una "potenziale operazione avente ad oggetto le attività commerciali di Mps, attraverso la definizione di un perimetro selezionato e di adeguate misure di mitigazione del rischio". 

 

 

Unicredit brinda anche ai risultati di bilancio del secondo trimestre e primo semestre dell’anno. Nel secondo trimestre del 2021 l’utile netto della banca di Piazza Gae Aulenti si è attestato 1,034 miliardi euro, facendo molto meglio rispetto a 720 milioni attesi dal consensus. I ricavi sono diminuiti del 6,1 per cento trim/trim a Ç4,4 miliardi nel secondo trimestre (+5,5 per cento su base annua) con commissioni forti (-0,8 per cento trim/trim, +21,4 per cento a/a) e NII stabile (+1,0 per cento trim/trim, -8,0 per cento a/a).