Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anche il Brunello è campione d'Europa, bottiglie di Biondi Santi nella cena per festeggiare la Nazionale di calcio

  • a
  • a
  • a

Il Brunello di Montalcino ha catalizzato l’attenzione accanto alla coppa consegnata domenica sera ai campioni d’Europa e poi festeggiata lunedì sera in una cena all’hotel Parco dei Principi a Roma. Per la precisione, accanto al prezioso trofeo troneggiava una bottiglia di Biondi Santi del 2013, come testimonia l’istantanea apparsa sul sito del Consorzio del Brunello di Montalcino e relativa alla serata vissuta dagli azzurri dopo l’accoglienza della squadra al Quirinale e a Palazzo Chigi.

 


Abbiamo scelto questo vino perché sappiamo che è amato dalla Nazionale italiana” ha spiegato il direttore dell’albergo, Daniele Saladini. Due simboli dell’Italia che, secondo il presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci “incarnano i valori del made in Italy nel mondo. E con il Brunello anche noi brindiamo all’Italia”. Al Grand Hotel Parco dei Principi, “casa” degli azzurri e “buen retiro” delle celebrità dello spettacolo e dello sport nella Capitale, non poteva quindi mancare anche un grande vino italiano per brindare al trionfo agli Europei del ct Mancini e alle imprese di Donnarumma e Bonucci, Locatelli e Chiellini, Chiesa e compagni. Un brindisi meritato, dopo tante fatiche, gol ed emozioni a non finire, che diventa quello di un Paese intero che la Nazionale di calcio ha fatto tornare a sognare e ad unirsi in un abbraccio “corale”.

 

 

La scelta è caduta su Biondi Santi, la cantina che lo ha inventato alla fine dell’Ottocento. E che oggi rappresenta un “simbolo nazionale” proprio come quella Maglia Azzurra che ci ha fatto emozionare in questa estate che aveva bisogno di ritrovare le sue “notti magiche”.