Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, 7 persone su 10 hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Coronavirus

Carlo Pellegrino
  • a
  • a
  • a

Nel Senese in 159.203 hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid. Si tratta del 69,53% della popolazione di over 16 (228.970 persone), un dato superiore alla media toscana che si ferma al 66,87%. Numeri importanti a cui aggrapparsi per sperare in un autunno più sereno, anche se la campagna deve andare avanti.

 

 


I dati forniti dalla Asl Toscana Sud Est fotografano una situazione che lascia moderatamente ottimisti. Tra i 25.324 over 80 il 95,95% ha almeno una somministrazione. In realtà per la larghissima maggioranza (se non per la totalità) dei più anziani il ciclo vaccinale è già stato completato, come per la fascia 70-79 anni: una platea di 28.615 persone, con una percentuale del 90,04% di immunizzati. Passando ai 60-69 anni (33.910), almeno una dose per l’83,53% della popolazione. Per loro e per i 50-59enni (41.820), fermi al 76,63%, c’è ancora lavoro da fare per andare a intercettare gli indecisi. Scendendo con l’età, tra i 37.366 cittadini dai 40 ai 49 anni il 52,42% ha ricevuto almeno una dose, percentuale simile ai 28.246 30-39enni (51,15%). Non sono messi male neppure i più giovani: il 42,83% dei ragazzi compresi tra 16 e 29 anni ha avuto almeno un’iniezione. Tutti i dati sono leggermente superiori a quelli del resto della Toscana. 
Restano ancora da vaccinare 17.130 persone (su 54.389) nell’Alta Valdelsa (che ha raggiunto il 67,14%), 19.212 (su 66.241) nella zona Amiata-Valdorcia-Valdichiana (70,14%) e 30.170 (su 108.340) nell’area Senese (71,31%). 

 

 

“I risultati della campagna vaccinale nella provincia di Siena sono particolarmente buoni anche per quanto riguarda la popolazione residente, oltre che come numero assoluto di somministrazioni – commenta il direttore generale della Asl Toscana Sud Est, Antonio D’Urso – In totale hanno già ricevuto almeno una dose sette senesi su dieci con oltre sedici anni. La copertura degli ultraottantenni è praticamente totale, così come quella delle persone tra 70 e 79 anni. In generale, per tutte le fasce d’età e in ognuna delle tre zone distretto in cui è divisa la provincia, la copertura media è superiore a quella regionale”. 
“Risultati - aggiunge il direttore generale - che sono frutto dell’impegno e della capacità della struttura aziendale, di tutti gli operatori sanitari e amministrativi impegnati in prima linea con il sostegno delle associazioni di volontariato. Ma l’impegno deve continuare su tutti i fronti: oggi riaprirà il portale regionale per le prenotazioni, con la novità della fascia d’età 12-15 anni, i centri continueranno a lavorare a pieno ritmo tutta l’estate per arrivare a settembre con il raggiungimento della massima diffusione delle somministrazioni. Accanto a tutto ciò, è necessario continuare a rispettare quelle norme di sicurezza che svolgono un ruolo fondamentale nella limitazione della diffusione del virus”.

 


Buone notizie arrivano dall’ospedale Le Scotte di Siena, dove i pazienti ricoverati diventano sette (uno in meno, c’è stata una dimissione). Dalle 14 di giovedì alle 14 di ieri accertate altre tre positività, due a Siena e una a Murlo. Nello stesso intervallo temporale sono stati effettuati 393 tamponi. Le persone positive in carico sono 75, con sei guarigioni.