Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, De Mossi: "Per il Palio aspettiamo ma vogliamo farci trovare pronti"

  • a
  • a
  • a

Il Comune di Siena ha in programma un’estate molto ricca a livello culturale, con iniziative legate al teatro di strada e ad alcuni eventi con l’Accademia Chigiana. Proprio in questi giorni ci sono state le prove di lettura del testo per lo spettacolo teatrale Certi di esistere, in coproduzione con La Pergola e scritto da Alessandro Benvenuti. “Mi auguro che i cambiamenti che si profilano per lo sport – spiega il sindaco Luigi De Mossi - si riverberino anche su tante altre attività, tra le quali quelle che abbiamo messo in cantiere”.

 

 


Tutto questo, però, non comporterà automaticamente l’atteso via libera per il Palio. “Il tema – sottolinea il primo cittadino - è più complesso ed è il caso di distinguere la nostra Festa da tutto il resto. Intanto non c’è soltanto il discorso dell’accessibilità alla piazza del Campo e ai palchi, ma anche tante altre problematiche, come lo spostamento dei popoli dalla propria contrada, dove c’è la stalla, al Campo, o più in generale l’afflusso di tutti i contradaioli che abbiano i propri colori impegnati oppure no. Per regolare gli ingressi, pur con qualche difficoltà, un modo lo potremmo anche trovare, basandoci sul passaporto vaccinale o sui tamponi fatti in un certo modo e in certo periodo. Il punto, però, è che il nostro rito, che non può essere sacrificato, si declina con una vicinanza e con una necessità più che legittima di stare tutti insieme nel rione, a cena e per una serie di situazioni da monitorare attentamente".

 

 

"Ne parlerò con il rettore del Magistrato - prosegue De Mossi, - con tutti i priori e i capitani perché, alla luce delle dichiarazioni del governo su riaperture dal 2 giugno, dovremo farci trovare pronti a un’eventuale possibilità, se l’immunità di gregge fosse molto alta e le nostre curva particolarmente assottigliate.  Stiamo lavorando in questo senso, se si aprirà uno spiraglio il Comune non si tirerà certo indietro: un anno senza Palio è già stato durissimo e la città ha l’esigenza di ritrovarsi”.