Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, Roberto Monaco: "Giusto l'obbligo di vaccinazione contro il Coronavirus per i medici"

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

"Sono d’accordo con l’obbligo di vaccinazione per tutti i medici. E’ giusto, chi tutela la salute degli altri e visita le persone deve essere in grado di proteggere se stesso e il prossimo”. Parola di Roberto Monaco, presidente dell’Ordine dei medici di Siena. Il nuovo decreto approvato dal Consiglio dei ministri, che entrerà in vigore dal 7 aprile, prevede proprio questo: l’obbligo di vaccinarsi (entro il 31 dicembre) per determinate categorie come i medici, gli infermieri, i farmacisti. Chi non lo farà potrà essere trasferito in uffici nei quali non possa avere contatto con il pubblico e nei casi peggiori potrebbe scattare anche il blocco dello stipendio.

 

“Nel territorio senese – commenta Monaco – non abbiamo evidenze di medici contrari alla vaccinazione. Qualora risultasse qualche caso di questo tipo le persone in questione sarebbero attenzionate. Ma al momento posso dire che tutta la provincia senese ha risposto concretamente alla vaccinazione, mi risulta che ci sia stata un’adesione totale. Noi con l’Ordine abbiamo sin dall’inizio sottolineato l’importanza della vaccinazione e d’altronde questo è un atteggiamento che teniamo anche nelle campagne antinfluenzali”.

Prosegue Monaco: “Per noi questo è un dovere deontologico. Dall’inizio della pandemia in Italia sono morti 348 medici. Dobbiamo essere i primi a dimostrare di credere nella scienza e a dare il buon esempio alla popolazione. Il vaccino funziona, lo dimostra anche il fatto che nelle ultime settimane nessun medico è morto per Covid. La scienza ha creato le condizioni per salvarci dalla pandemia, questo deve essere chiaro a tutti”.

La situazione continua ad essere complicata. All’ospedale delle Scotte è stato toccato il nuovo picco di persone ricoverate: 129. Non si era mai riscontrato un dato tanto alto dal marzo 2020 ad oggi. “La situazione rimane comunque sotto controllo, nel policlinico senese ci sono grandi professionisti, ci sono state tante dimostrazioni in questo senso – dichiara al riguardo il presidente dell’Ordine dei medici di Siena. – Per tutti i medici il periodo di lavoro è intenso ormai da un anno, siamo in una battaglia che continua tutti i giorni e tutte le notti. La dedizione di tutti i professionisti è massima”.

I medici proseguono nel loro lavoro, quelli di famiglia sono protagonisti anche delle somministrazioni agli over 80. Un tema che è stato tanto dibattuto negli ultimi giorni, con le statistiche che hanno mostrato come la Toscana sia indietro rispetto ad altre regioni: “Io non voglio entrare in polemiche politiche – dice Monaco. – Credo che la politica debba fare le leggi e farle applicare, i medici devono fare il loro lavoro. Io posso dire che con l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini il colloquio è costante, si è dimostrato sempre attento alla nostra voce. Mi piacerebbe invece sedermi ad un tavolo con il presidente della Regione Eugenio Giani per parlare dell’organizzazione della sanità a 360 gradi. Una discussione con lui ci starebbe bene, e non mi riferisco solamente alle questioni del Covid ma a svariati temi, a partire dalle altre malattie che non vanno in vacanza e dalle grandi fragilità”.

Conclude Monaco sul periodo attuale: “Per difenderci dal Covid la guardia di tutti deve rimanere ancora massima. Le restrizioni sono pesanti per tante persone e categorie, tuttavia aiutano a proteggersi dal virus. Quando i vaccini saranno ancora più protagonisti faremo un altro bel passo in avanti. Produrli anche alla Gsk a Rosia? Magari, spero che sia possibile farlo, più dosi si hanno a disposizione e meglio è”.

 

c