Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid a Siena, De Mossi: "Vaccini e tamponi nelle contrade"

  • a
  • a
  • a

Tamponi e vaccini anti Covid nei locali delle Contrade e delle Società di Contrada. E’ l’annuncio che ha fatto il sindaco Luigi De Mossi, svelando la disponibilità dei rioni nella battaglia anti Covid.

 

“Abbiamo ricevuto questa disponibilità – ha detto il primo cittadino - per quanto riguarda la campagna di screening con i tamponi, ma c’è disponibilità qualora ci fosse bisogno anche per i vaccini”. I diciassette rioni di Siena, dunque, si mettono a disposizione contro il Coronavirus, come avevano già fatto lo scorso anno per la distribuzione delle mascherine ai residenti e per altre iniziative a supporto dei cittadini. Questo tenuto anche conto che, al momento, non si può parlare di riapertura delle società stesse: il Magistrato affronterà questo argomento (e quello relativo alle feste titolari) nella riunione del 12 aprile. Nel frattempo, però, il Comune di Siena ha sondato la disponibilità per la campagna di screening, già partita, attraverso il progetto “Scuole Sicure”, con le farmacie comunali gestite dalla Asp, in particolare con la farmacia numero tre alla stazione (anche ieri effettuati trenta tamponi, al momento tutti negativi). La disponibilità delle Contrade è legata al fatto che per fare i tamponi ed eventualmente i vaccini nei locali delle farmacie c’è bisogno di ampio spazio e non tutte le strutture hanno questa disponibilità.

 

“Alcune Contrade - ha detto De Mossi - hanno dato la disponibilità di concedere spazi per fare tamponi, per cui siamo in contatto con il Rettore del Magistrato delle Contrade. Una disponibilità che c’è anche per i vaccini, qualora ce ne fosse bisogno. Poi ci vorrà il personale di riferimento, anche tramite medici e personale in pensione, coordinata ovviamente dalle autorità sanitarie”. Della questione si sta occupando l’assessore alla Sanità del Comune di Siena, Francesca Appolloni.