Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Rosignoli: "A Siena e in Toscana vaccinazioni in ritardo per gli over 80. Ma recupereremo"

elena-rosignoli  

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

“Siamo indietro nella vaccinazione anti-Covid sugli over 80, è vero, ma recupereremo”. Lo assicura la consigliera regionale del Partito Democratico, Elena Rosignoli. Le statistiche nazionali, come sappiamo, non premiano la Toscana nella campagna vaccinale sugli over 80. Si è indietro in questa categoria di persone, la Toscana è addirittura una delle regioni in Italia ad averne vaccinati di meno, e le polemiche negli ultimi giorni non sono mancate, a partire dalle lettera-denuncia del grande portiere Ricky Albertosi, uno degli eroi della spedizione mondiale calcistica di Messico 1970, quella di Italia-Germania 4-3 in semifinale all’Azteca e della finale persa 4-1 contro il Brasile di Pelè. In una lettera inviata a Repubblica Albertosi ha scritto: “Ho 82 anni, sono cardiopatico e non me l’hanno ancora fatto. Questa è la civilissima Toscana. Sono arrabbiato, ognuno gioca per conto suo e noi anziani aspettiamo”. Le sue parole hanno fatto rumore, la polemica è divampata.

A queste polemiche risponde la consigliera regionale del Partito democratico Elena Rosignoli: “E’ vero – afferma, – siamo un po’ indietro. Le dosi Pfizer-Biontech sono state utilizzate prima nelle residenze sanitarie assistenziali, poi anche per il personale sanitario. Dobbiamo dire che confidavamo in maggiori forniture che alla fine invece non ci sono state. C’è stata, come si sa, proprio una carenza di dosi. Ma la situazione a breve può cambiare”.

Questa è la speranza degli over 80 e non solo. Perché ancora la percentuale generale di persone vaccinate rimane bassa. Una volta completata la vaccinazione degli over 80, delle categorie fragili e anche quella che riguarda insegnanti, forze di sicurezza e forze dell’ordine under 55 si andrà avanti con il solo criterio dell’età. Precisa Rosignoli: “Mercoledì in Toscana sono state vaccinate 15mila persone – dice la consigliera regionale – e tra loro 13mila dosi sono andate a over 80. Entro il 25 aprile tutti gli over 80 toscani avranno ricevuto la prima dose, successivamente andrà somministrata la seconda”. Poi affronta la questione dell’accelerazione, tanto attesa, della campagna. “Questa settimana – dichiara Elena Rosignoli – in Toscana sono arrivate 50mila dosi di Pfizer-Biontech, ma nella prossima ne attendiamo più del doppio, ben 120mila. Potremo accelerare e quindi recuperare il gap sugli over 80. Ma per quel che riguarda altre categorie siamo avanti rispetto ad altre Regioni. Stiamo proseguendo con la vaccinazione dei fragili ed è ripresa, come nel resto del Paese, la campagna nelle categorie di under 55 previste in questa fase con AstraZeneca. Relativamente ai volontari del soccorso – prosegue Rosignoli – vorrei evidenziare che Italia Viva si è presa il merito per la ripartenza delle vaccinazioni, ma in realtà il provvedimento era già stato adottato dal presidente Giani e dall’assessore alla sanità Bezzini. Mi spiace per quella presa di posizione, anche perché noi siamo abituati ad agire sempre in coalizione...”.