Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, rissa in centro: torna l'allarme per la violenza tra i giovani in città

Esplora:

Giovanna Belardi
  • a
  • a
  • a

Botte in centro storico a Siena nel pomeriggio di sabato 13 marzo. Protagonisti sempre ragazzini poco più che maggiorenni. Ancora un episodio che riporta l’attenzione su alcuni gruppi di adolescenti che evidentemente tendono a segnare i propri pomeriggi con la violenza. Non risulterebbero feriti a seguito della zuffa: non sono stati trovati nel corso del tempestivo intervento della polizia locale, che dopo l’allarme dato da alcuni cittadini, è subito intervenuta sul posto per mettere fine alla violenta lite.

Sono le 18 in vicolo delle Donzelle quando il pomeriggio fino ad allora tranquillo del sabato prende un’altra piega. Secondo indiscrezioni sembra che tutto sia partito da un gruppetto che ha preso di mira un ragazzino, non è chiaro se fosse minorenne.

Da lì la discussione è esplosa e l’effetto è stato a catena, coinvolgendo altri coetanei che in quel momento si trovavano in zona e che sono corsi in aiuto. La zuffa è però durata poco perché una pattuglia della polizia locale in servizio in centro storico è intervenuta subito. Quando gli agenti sono arrivati alcuni dei ragazzini si sono dati alla fuga riuscendo a far perdere le proprie tracce. Sul posto è stato individuato uno degli aggressori che al momento del controllo si è rifiutato di fornire le proprie generalità.

Ma la presenza di diversi testimoni ha fornito alla polizia locale un quadro molto preciso della vicenda. Le indagini sono in corso ma sembra che i protagonisti siano stati individuati quasi tutti. Ci sono dunque elementi sufficienti per ricostruire esattamente quello che è successo e adottare i conseguenti provvedimenti.

Era da diverso tempo che nel cuore cittadino non si verificavano problemi di questo tipo. Lo scorso anno diversi episodi di violenza, con aggressioni a danno di minori, avevano creato non poco allarme in città.

Anche in quelle circostanze gli autori erano stati individuati e di fatto nelle ultime settimane la situazione sembrava essere rientrata nella normalità. Nelle prossime ore sarà più chiaro cosa ha scatenato questo nuovo episodio.