Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, 10% di disdette per il vaccino dopo il caso AstraZeneca

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Sono arrivate disdette dalle vaccinazioni anti-Covid da quando è stata resa pubblica la notizia dello stop ad un lotto di AstraZeneca. Nella Asl Toscana Sud Est (e il dato è pressoché equivalente nelle tre province di Siena, Arezzo e Grosseto) ben il 10% delle prenotazioni per i prossimi giorni sono state disdette e cancellate, un numero molto superiore rispetto alle poche persone che per svariati motivi non si erano fino a questo momento presentate all’appuntamento fissato.

 

E’ certamente l’effetto di quanto è avvenuto. Anche il direttore generale dell’azienda ospedaliero-universitaria senese Antonio Davide Barretta ha sottolineato ieri mattina questa tendenza, in occasione del convegno organizzato al polo didattico Mattioli per parlare delle prospettive di sviluppo dell’Aou e delle Scotte: “So che ci sono state rinunce a fare vaccinazioni anti-Covid dopo il ritiro di un lotto di AstraZeneca. Ciò non deve accadere perché vaccinarsi è fondamentale. La campagna vaccinale sta procedendo in maniera buona, dobbiamo proseguire così, altrimenti non usciremo mai dall’attuale situazione. Spero che non ci siano dei rallentamenti. Al momento non sappiamo neanche cosa sia successo di preciso, ma il lotto è stato ritirato. In questi giorni purtroppo stiamo registrando delle rinunce, quindi c’è bisogno di una buona campagna di comunicazione da parte delle istituzioni. Io non penso che quanto accaduto sia legato ai vaccini”.

Un po’ di numeri sulle vaccinazioni già effettuate. In totale nella provincia di Siena la Asl Toscana sud est ha somministrato 24.541 dosi: 18.700 prime dosi (11.500 Pfizer-Biontech, 5.936 Astrazeneca e 1.264 Moderna) e 5.841 seconde dosi (5.423 Pfizer-Biontech e 418 Moderna). Nelle Rsa sono già state effettuate le 1.550 prime somministrazioni, le seconde dosi iniettate sono state 1.432. Sono 4.604 gli operatori sociosanitari che hanno ricevuto le prime dosi, in 3.574 hanno ricevuto già anche la seconda. E ancora: 4.243 operatori scolastici hanno effettuato la prima iniezione, mentre per questa categoria la seconda somministrazione ha appena preso il via, dato che sono solamente due quelli che hanno ricevuto il richiamo. Lo stesso discorso vale per le forze di polizia: nella provincia senese in 981 hanno avuto il primo vaccino, i primi 5 già il secondo. Gli over 80 sono già ad un numero rilevante: 4.942 prime vaccinazioni, 82 seconde dosi iniettate.

 

E ancora: 350 prime dosi sono state somministrate a persone che lavorano in uffici giudiziari, 45 a vigili del fuoco, 783 a categorie fragili. I dati dell’azienda ospedaliero-universitaria senese parlano invece di 9.724 prime dosi iniettate e di 8.107 seconde dosi per un totale di 17.831 vaccini somministrati. Il totale è presto fatto. In questo momento nella provincia senese sono stati somministrati complessivamente 42.372 vaccini. Di questi, 28.424 sono prime dosi. I cittadini che hanno già ricevuto anche la seconda dose e che quindi possono già dirsi vaccinati sono 13.948.