Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, il trasformista Bellotti: "Sogno Tale e Quale Show e un cinepanettone"

  • a
  • a
  • a

Andrea “Andy” Bellotti, trasformista e attore di Montepulciano, non si ferma mai. Tra un'apparizione e l'altra in tv e in radio, in questo periodo di pandemia ha trovato il modo di fare anche del bene. "Ho fatto due spettacoli su Zoom: uno per l’associazione Quavio di Siena, dove ho portato un sorriso ai malati di oncologia, e uno per la piccola Rosanna Maisto, una bambina affetta da una grave patologia di atrofia muscolare. Cerco, con tutti i miei personaggi, di regalare momenti spensierati a chi ha davvero bisogno di trovare una routine diversa da quella consueta. In questo caso, ho fatto interventi nei panni di Alfonso Signorini, Cristiano Malgioglio, Renato Zero, Carmen Consoli, ho coinvolto tutti e ho ricevuto molti complimenti. Per me non è una novità, quando posso mi esibisco anche nelle Rsa e per l’Associazione ciechi e ipovedenti, e ci metto sempre il cuore e l’anima. Mi dicono tutti che la mia passione si vede dagli occhi"

 

 

Il suo è un curriculum ricco di passaggi sulla grande ribalta nazionale, e nuovi progetti sono in rampa di lancio: "Ho già avuto collaborazioni con Max Tortora, Nino Frassica, Fiorello, mentre a fine marzo parteciperò a un programma di punta della Rai. Non ne parlo per scaramanzia, ma sarà una cosa grossa. Fino a ora sono stato a Ciao Darwin, Cultura moderna, I soliti ignoti, I fatti vostri, a Stracult, programma di Rai due condotto da Marco Giusti e Andrea Delogu. Su Radio due ho preso parte ad alcune puntate di Non è un paese per giovani con Max Tortora e Giovanni Veronesi, e c’è stata una bellissima ospitata a Maledetti amici miei, ancora con Tortora e Veronesi e con Alessandro Haber".

 

 

I sogni sono tanti... "Il più immediato sarebbe fare Tale e quale show, mentre a più ampio raggio sarebbe bellissimo avere uno spettacolo tutto mio, su una delle reti ammiraglie della Rai e di Mediaset, e recitare in un cinepanettone. Un reality? Certo, mi piacerebbe prendere parte al Grande Fratello, o all’Isola dei famosi, perché la visibilità è tantissima. In più, è una cosa diversa dal solito, in cui si può giocare molto ma permette anche di conoscere i lati delle persone, specialmente quelli più umani. Se uno è vero ne esce sempre bene".