Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni insultata alla radio: le scuse del prof dell'Università di Siena. Il post della leader di FdI

  • a
  • a
  • a

Arrivano le scuse del professore che ha insultato in una trasmissione alla radio, Giorgia Meloni. Ma il caso è tutt'altro che chiuso. Intanto le scuse.  "Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese", dice in una nota Giovanni Gozzini, storico e docente all’Università di Siena, in merito a quanto dichiarato, durante la trasmissione ’Bene bene Male male' andata in onda su Controradio. "Presento le mie scuse per il linguaggio usato durante la trasmissione - aggiunge 
Gozzini -. Non è mio costume, né come ospite storico della trasmissione di Controradio né in altra sede promuovere un linguaggio che non sia più che rispettoso nei confronti di tutti."

 

 

C'è anche una nota della radio. "In merito alla trasmissione ’Bene bene Male male' andata in onda venerdì 19 febbraio 2021 alle ore 09.00 sulle nostre frequenze, Controradio S.r.l. intende prendere le distanze - come per altro già fatto in onda - dal linguaggio utilizzato dal Professor Giovanni 
Gozzini durante la suddetta trasmissione",
fa sapere la radio fiorentina. "45 anni di storia della nostra radio parlano per noi. Sono stati anni di impegno costante e serrato tutto volto a combattere l’imbarbarimento del linguaggio da una parte, e dall’altra a lavorare sulle questioni di genere in ogni ambito, dal mondo del lavoro a quello appunto del linguaggio. Parlano per noi decenni di trasmissioni, interviste, speciali, progetti ad hoc", concludono dalla radio. 

 

 

E poi c'è Giorgia Meloni. "Ieri sera m’è preso il mal di miserere quando ho sentito quell’ortolana della Meloni(...) Datemi dei termini: una rana dalla bocca larga? Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire? Ma a voi sembra normale che un docente universitario usi un linguaggio simile? Vi immaginate se queste frasi fossero state rivolte nei confronti di una qualsiasi esponente di sinistra cosa sarebbe accaduto? Come donna e come politico, sono veramente stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni",  scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. "P.s. - aggiunge - il Rettore dell’Università di Siena e il Ministro dell’Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore?".