Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, oltre 5 milioni di multe nel 2020 per violazioni del codice della strada in città

Alessandro Lorenzini
  • a
  • a
  • a

E’ stato di oltre 5 milioni di euro l’incasso totale per le violazioni del Codice della strada nel 2020 da parte del Comune di Siena, certificato dall’atto che prevede le entrate per il 2021.

Per la precisione sono 5.211.459,68 euro gli introiti per pagamento violazioni al Codice della Strada (si tratta dell’introito complessivo dato dal pagamento delle sanzioni notificate e dai pagamenti spontanei) e per l’anno in corso si prevede un incasso simile.

Nell’anno appena trascorso la Polizia Municipale ha rendicontato altri incassi, in particolare 744.754,52 euro per recupero spese di notifica e di procedimento per verbali di violazioni al Codice della Strada notificati; 51.812,18 euro per verbali notificati per altre violazioni di natura amministrativa; 2876,04 euro per recupero spese di notifica e di procedimento per verbali di altre violazioni.

Rientrano in questo settore dell’attività del Corpo anche Cosap (canone per l’utilizzi degli spazi pubblici) e gli accessi in Zona a traffico limitato, ma, come si legge nel documento di previsione di entrata, “gli introiti relativi al canone Cosap per le concessioni suolo pubblico connesse alle attività edili e alle manifestazioni temporanee, spettacolo viaggiante, Palio nell'anno 2020 non possono essere presi a base per una previsione di entrata per l'anno 2021 in considerazione della mancata effettuazione dei due Palii e dell'adozione della delibera consiliare (19 maggio 2020, ndr) con la quale l'amministrazione, al fine di agevolare una più pronta ed efficace ripresa dell'economia locale, ha disposto l'esclusione del pagamento Cosap per le occupazioni temporanee (dal 1 marzo al 31 dicembre, ndr)”.

Considerazione che viene fatta anche per i diritti di accesso alla Ztl incassati dalla Siena Parcheggi Spa in qualità di agente contabile del Comune di Siena in considerazione della sospensione dei pagamenti mesi dei aprile e maggio 2020. Tra l’altro la giunta ha deciso di prorogare fino a giugno 2021 compreso l' esclusione del pagamento del suolo pubblico per gli allestimenti di cantieri edili prevedendo altresì facilitazioni per l'accesso e la sosta dei mezzi di cantiere all'interno del centro storico. Per quanto riguarda le restanti previsioni di entrata per il 2021, dunque, oltre a quella relativa alle violazioni del codice della strada (iscritta per 5 milioni e 200mila euro, coerente dunque con l’incasso 2020), il Comune ha fatto riferimento al 2019 e prevede 100mila euro di entrate Cosap, 290mila euro per occupazione suolo pubblico di manifestazioni temporanea (con la postilla però legata alla possibilità di non effettuazione dei Palii e “dell’evolversi della pandemia”), 500mila diritti Ztl incassati da Siena Parcheggi.