Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, la Guardia di finanza scopre una discarica abusiva di rifiuti pericolosi

  • a
  • a
  • a

I militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Siena, sulla scorta delle indicazioni ministeriali ricevute, hanno intensificato i controlli in tutto il territorio con la duplice finalità di prevenzione e repressione di tutte quelle fenomenologie comportamentali che si rivelino non conformi alle misure di contenimento del contagio, previste dai recenti novellati legislativi, nei diuturni controlli  di polizia economico-finanziaria propri della missione istituzionale del Corpo. questo per far sentire la propria presenza al fianco dei cittadini corretti e rispettosi delle regole.

 


In tale cornice, una pattuglia delle Fiamme gialle operante in Valdichiana, nel corso del consueto controllo economico del territorio scorgeva, alle prime luci del mattino di oggi (11 febbraio), un mezzo destinato alla raccolta di rifiuti pericolosi dirigersi verso un’area residenziale. I militari, insospettiti, decidevano di seguirlo così da raccogliere ulteriori dati ed elementi. L’intuizione non è risultata vana: nella suddetta area era presente un’autorimessa ove sono risultate stoccate, senza i dovuti criteri di sicurezza, molte batterie al piombo esauste. In prossimità di tale sito è stato peraltro rinvenuto un secondo automezzo destinato al trasporto di cose che, una volta ispezionato, risultava contenere nel vano di carico ulteriori batterie da smaltire. Complessivamente sono stati sequestrati oltre 2.500 Kg. di prodotto da smaltire. Nella circostanza è stata acclarata la mancanza della prevista documentazione atta a giustificare la raccolta, il trasporto e lo smaltimento del prodotto. I finanzieri hanno deferito il responsabile del sito all’autorità giudiziaria per le violazioni al testo unico dell’ambiente e sottoposto a sequestro i rifiuti speciali pericolosi.

 


Il costante monitoraggio del territorio della provincia continua a dare risultati e proseguirà incessantemente e conferma ancora una volta il presidio attuato dai militari appartenenti alla Guardia di finanza senese, la cui missione è mettersi a disposizione della tutela della collettività, coerentemente alle linee di indirizzo impartite dall’autorità di Vertice del Corpo.