Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, trasporta i dolci per i bar accanto ai rifiuti

  • a
  • a
  • a

Nel quadro emergenziale internazionale ingenerato dal perdurare dei casi di contagio da Coronavirus, si susseguono i dispositivi di controllo del territorio preordinati, nell’intera provincia senese, anche dal comando provinciale della Guardia di finanza, con finalità di prevenzione e repressione di tutte quelle fenomenologie comportamentali che astrattamente possano rivelarsi non conformi alle previste misure di contenimento dell’epidemia, nei confronti tanto delle attività commerciali, quanto delle persone fisiche.

 

 

Proprio durante uno di tali controlli, alle prime ore dell’alba di oggi (3 febbraio 2021), una pattuglia delle Fiamme gialle senesi ha fermato un furgone in transito per i consueti accertamenti di rito. Le operazioni di servizio permettevano di accertare che il mezzo, di proprietà di un’azienda dolciaria, trasportava all’interno del vano di carico sia prodotti dolciari destinati alla rivendita che rifiuti. Condotta particolarmente grave quella posta in essere dal trasportatore, in quanto la merce, consistente in dolci e paste da colazione, era destinata a diversi bar della provincia e quindi al consumatore finale.  Alto infatti era nella circostanza il rischio di mettere in commercio prodotti non salubri a causa dello stretto contatto con i rifiuti presenti nel vano di carico.  

 


I Finanzieri hanno proceduto all' immediato ritiro dalla distribuzione dei prodotti alimentari, scongiurando così un rischio concreto per la salute di chi li avrebbe consumati senza conoscere a cosa poteva andare incontro. Di conseguenza, è stata comminata al trasportatore la prevista sanzione amministrativa che va da 500 a 3 mila euro.  L’attività di prevenzione, che proseguirà incessantemente su tutto il territorio della provincia, conferma ancora una volta il costante presidio attuato dai finanzieri senesi a tutela della collettività, coerentemente alle linee di indirizzo impartite dall’autorità di vertice del Corpo, oltre che la sempre più marcata vocazione di polizia sociale della Guardia di finanza, completamente protesa verso il cittadino onesto e l’impresa regolare che protegge, tutela e rassicura.