Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, uno studio dimostra che le volpi mangiano i gatti

  • a
  • a
  • a

Le volpi mangiano i gatti? Secondo uno studio condotto dall'Università di Siena, è proprio così. Con buona pace di Carlo "Collodi" Lorenzini, che nel suo immortale capolavoro Pinocchio mette questi due animali uno accanto all'altro, in una coppia forse non troppo affiatata, ma comunque complice nel momento di compiere malefatte. La realtà è tutt'altra, anche se la cosa va recepita con tutte le precauzioni del caso e filtrata attraverso le difficoltà incontrare dai predatori a procurarsi il cibo nei mesi più freddi. La scoperta, come detto, porta la firma di un ricercatore dell'Ateneo senese, Emiliano Mori del dipartimento di Scienze della vita, che insieme a un collega di Verona, Davide Sogliani, ha raccolto oltre 200 campioni di feci al mese nei dintorni di Prata e Massa Marittima. Dall'analisi di questo materiale è emerso che in inverno i felini, specialmente quelli più piccoli e indifesi, diventano la principale risorsa alimentare delle volpi, tanto da costituire più di un terzo della loro dieta, che in estate è invece costituita da frutti, bacche e coleotteri, che con il freddo scarseggiano. Il fenomeno, comunque, è confinato nelle zone di campagna, mentre quelle urbane e semi urbane restano escluse.