Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, il presidente della Provincia: "Discarica di scorie radioattive? Una follia"

  • a
  • a
  • a

L'idea che un sito per le scorie radioattive trovi posto in Valdorcia, che è patrimonio Unesco, in un’area tra Pienza e Trequanda, non piace proprio a nessuno. Il presidente della Provincia, Silvio Franceschelli, non usa giri di parole: "E' qualcosa di inopportuno, non sta né in cielo né in terra. Oltretutto, è un progetto incompatibile con le norme urbanistiche e con la viabilità dell’area. Credo che si tratti di un grande autogol da parte della società Sogin. Abbiamo dato incarico, con i nostri uffici, di preparare le controdeduzioni da un punto di vista tecnico relativamente a quanto scritto nella carta nazionale delle aree potenzialmente idonee allo stoccaggio di scorie nucleari. Sono certo che questa ipotesi, come è apparsa, a breve scomparirà. Parliamo infatti di un’area che rappresenta la cartolina vera della Toscana, un luogo caratteristico e noto in tutto il mondo, dove per fare qualunque tipo di intervento sono necessarie tante autorizzazioni. Se adesso si arrivasse, come se nulla fosse, ad una decisione di questo tipo vorrebbe dire che fino ad ora abbiamo vissuto sulla Luna. Credo che questa ipotesi sia follia allo stato puro e priva di ogni credibilità”.