Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Botte alla figlia per farle indossare il velo e leggere il Corano: arrestato nel Senese

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

Picchiava la figlia per costringerla ad indossare il velo ed a leggere il Corano. Un cittadino kosovaro di 38 anni è stato arrestato in un centro della provincia di Siena per le violenze ai danni della figlia. I poliziotti della questura, diretti dal commissario Enzo Tarquini, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Siena, per il reato di maltrattamento a danni di minori conviventi. Nei giorni scorsi la ragazza è stata ricoverata presso il pronto soccorso delle Scotte per la presenza di evidenti segni di violenza sul corpo che le rendevano persino difficile camminare. A notare i segni lasciati dalle botte sono state le compagne di scuola della giovane e le insegnanti che hanno chiamato i soccorsi. I medici hanno immediatamente segnalato l'episodio alla Polizia e sono scattate le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica.  La squadra mobile ha ricostruito l'accaduto, raccogliendo gravi indizi di reato a carico del padre della giovane, circostanze pienamente condivise dal Gip che ha applicato la custodia in carcere. Dagli accertamenti è emerso che la minore è vissuta in un contesto familiare isolato ed estraneo alle normali condizioni di socialità, non poteva intrattenere rapporti con i coetanei e doveva seguire le rigide imposizioni ai precetti più radicali della religione islamica.  Al rifiuto di sottostare a quanto disposto dall'uomo che le imponeva il velo, la lettura del Corano e l'apprendimento della lingua araba, secondo quanto ricostruito dalla polizia, questi l'avrebbe picchiata fino a spedirla all'ospedale.  L'uomo è in carcere, la minore è in una struttura protetta.