Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Rossi, il ricordo del presidente della Giostra

  • a
  • a
  • a

La scomparsa di Paolo Rossi all'ospedale di Siena, dove era ricoverato per l'aggravarsi della malattia che poi lo ha portato via, ha lasciato un senso di tristezza e di perdita in tutti coloro che vivono nel capoluogo e in provincia, oltre alle persone di tutta Italia che lo hanno ricordato e che, se hanno potuto, sono andate a rendere omaggio al Pablito Mundial nelle sue successive tappe di Vicenza e Perugia.

 

 

Non era raro vederlo con la moglie nel Chianti, tra Gaiole e Castelnuovo Berardenga: sempre sorridente, disponibile, più un amico di famiglia che un idolo calcistico intoccabile e inarrivabile. Nel luglio del 2013 volle vivere da vicino il Palio e partecipò alla cena della prova generale nella contrada della Lupa. Tra i commensali, quella sera, c'era anche Gianfranco Paolini, senese di nobili origini, lupaiolo di radicata tradizione e molto noto in tutto il territorio per il suo ruolo di presidente della Giostra del Saracino di Sarteano, incarico nuovamente ricoperto di recente e già suo nel passato. "Paolo Rossi - ricorda Paolini - fu molto cortese con mio figlio, dandogli consigli per il calcio. Fece una foto con lui, che conservo gelosamente. Lo avevo già conosciuto perché in precedenza era stato mio cliente in banca.. Lo ricordo come persona piacevole, anche semplice malgrado la notorietà".