Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, maxi sequestro di immobili per un imprenditore siciliano

  • a
  • a
  • a

La Dia di Palermo, su disposizione della corte di appello del capoluogo siciliano, ha eseguito la confisca dell’intero patrimonio, stimato in 150 milioni di euro, di un noto imprenditore edile locale, Francesco Zummo, considerato "a disposizione" di Cosa nostra fin dai tempi di Riina e Provenzano per il riciclaggio di denaro nel settore edilizio.  Anni di indagini con il coordinamento della Procura hanno portato all’arresto ed alla condanna dell'uomo, con l’iniziale sequestro di un patrimonio a suo tempo stimato in 300 miliardi di lire. Ora la confisca di 11 aziende, centinaia di conti correnti ed immobili costituiti da numerosi appartamenti, ville terreni e aziende agricole situati a Palermo e provincia e di cinque complessi residenziali nella provincia di Siena.