Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alex Zanardi, consegnate le perizie: prime indiscrezioni

  • a
  • a
  • a

E' stata consegnata oggi (15 settembre) la consulenza tecnica disposta dalla Procura di Siena sull’incidente del 19 giugno in cui è rimasto gravemente ferito Alex Zanardi, mentre percorreva la strada stradale provinciale 146 tra Pienza e San Quirico d’Orcia. Secondo le prime indiscrezioni che trapelano, l’handbike su cui viaggiava il campione paralimpico sarebbe stata regolarmente funzionante dal punto di vista meccanico. E il manto stradale non sarebbe stato "ammalorato", cioè difettoso.

 

 

 

 

L’ingegner Dario Vangi, professore di progettazione meccanica e costruzione di macchine del Dipartimento di ingegneria industriale dell’Università di Firenze (uno tra i maggiori specialisti in infortunistica stradale), ha dunque concluso nel termine previsto di 60 giorni il lavoro che gli era stato assegnato dal procuratore Salvatore Vitello e dal pubblico ministero Serena Menicucci. Alla sua consulenza sono state allegate le relazioni contenenti le osservazioni dei consulenti di parte: quella dell’ingegnere Mattia Strangi, professore di ricostruzione degli incidenti stradali all’Università di Bologna, nominato dall’avvocato Massimiliano Arcioni, difensore dell’indagato (l'autotrasportatore Marco Ciacci, inserito nel registro "solo come atto dovuto", come è stato più volte ripetuto dai magistrati) , e quella della parte offesa, cioè della famiglia di Zanardi, che ha nominato l’ingegner Giorgio Cavallin di Padova.