Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Mps, Massimo Masi (Uilca): "No allo smembramento del Monte dei Paschi di Siena"

  • a
  • a
  • a

Mps, la Uilca prende una netta posizione contro lo smembramento della banca. La segreteria nazionale e il coordinamento Uilca del Monte dei Paschi di Siena "sono fermamente contrari alle proposte avanzate nei giorni scorsi dalla presidente della commissione d’inchiesta sulle banche, la parlamentare Carla Ruocco, sull’ipotesi di uno smembramento dell’istituto toscano”, sottolinea Massimo Masi, segretario generale Uilca

"Noi siamo, e lo ribadiamo nuovamente e con forza, a favore del risanamento e del rilancio della banca senese - continua Masi - Lo dobbiamo alle lavoratrici e ai lavoratori che in questi anni hanno dimostrato un attaccamento incredibile alla propria azienda; ai milioni di clienti della banca e all'economia del nostro Paese.  L'ipotesi di conferire alla Banca Popolare di Bari, che tra l'altro non ha ancora completato il proprio iter di risanamento, le filiali del Sud del Monte dei Paschi di Siena ci vede perplessi e contrari: la nuova Bpb dovrà, come abbiamo detto più volte, essere aggregatrice delle realtà bancarie del Sud".

"Siamo convinti - continua Masi - quindi della necessità di una proposta, possibilmente da parte di banche italiane, volta a dar vita al terzo polo bancario nazionale, alla stregua di quello che sta accadendo in Spagna. La politica e il Governo devono saper affrontare questa situazione anche con proposte innovative e non solo con le solite politiche di retroguardia. Già in passato, in occasione della fusione tra Veneto Banca e Popolare di Vicenza, avallata dal Governatore del Veneto Luca Zaia, abbiamo avuto modo di constatare come da due debolezze non possa nascere una banca forte. E la storia, purtroppo, ci ha dato ragione".