Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, caccia al buratto a Sarteano

  • a
  • a
  • a

Sarteano, in questo 2020 schiaffeggiato dall'emergenza Coronavirus, ha dovuto rinunciare alla Giostra del Saracino, ma non per questo l'ha data vinta alla rassegnazione. Le iniziative si moltiplicano e, dopo la sontuosa Civitas Infernalis e la visita guidata organizzata proprio il 15 agosto, adesso è il momento della caccia al tesoro. Anzi, al buratto. Ieri, 21 agosto, è stato lanciato l'allarme da parte del presidente della Giostra, Gianfranco Paolini, e dei notabili: è stato rubato il "tracotante saraceno", come è noto  negli ambienti della suggestiva manifestazione. "Una sedicente setta dei sette - si legge in un comunicato redatto per l'occasione - si è impadronita del buratto e intende bruciarlo pubblicamente e far dunque finire la sua lunga guerra perpetrata ogni 15 di agosto nella piazza principale di Sarteano". Ovviamente, non è una cosa vera, ma un modo per tenere vivo l'interesse delle 5 contrade, impegnate nella difficile ricerca di indizi per giungere alla soluzione finale del giallo. Il tutto durerà fino a questa sera, 22 agosto, quando uno dei popoli in lizza riconsegnerà il "Saracino" e otterrà per tale ragione l'onore di aver restituito il buratto alla Giostra. "Gloria perenne! - si legge ancora nel comunicato, che ha tanto il sapore del bando. - Per ora prendiamoci la gioia di aver visto, grazie alla associazione L'Ombrico, in collaborazione con la Giostra del Saracino di Sarteano, tanti ragazzi animare, nel rigoroso rispetto delle norme anti- Covid , le vie del paese".