Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, falso marchio Nannini: due a processo

  • a
  • a
  • a

 Producevano caffè e lo commercializzavano in Germania utilizzando abusivamente il marchio Nannini, truffando di fatto Alessandro Nannini che ne è proprietario. Oggi (17 luglio 2020), presso il Tribunale di Firenze, è iniziato il processo, che vede alla sbarra una ex agente commerciale Nannini e una torrefazione del fiorentino, accusati di commercializzazione di prodotti ingannevoli. La Nannini srl, proprietaria e titolare dello storico marchio di famiglia e di "Caffè A.Nannini", creato proprio dall’ex pilota di Formula 1, si è costituita parte civile, rappresentata dall’avvocato del foro di Siena Fabio Pisillo.

 

 

 

La vicenda ha avuto inizio un anno fa, quando è saltato fuori che in Germania veniva venduto del caffè con sopra il marchio "Nannini International", con indicazioni pubblicitarie che evocavano la carriera sportiva dell’ex driver. Dopo la denuncia alla Procura di Firenze, sono scattate le indagini, le perquisizioni e i sequestri, che hanno permesso di risalire agli autori della truffa, che adesso rischiano da 1 a 4 anni di reclusione.