Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, De Mossi sullo Smart Lab: "Un onore che nasca nella nostra città"

Alessandro Lorenzini
  • a
  • a
  • a

Una “capsula del tempo”, che contiene una pergamena firmata da Rappuoli, Tarli e Vigni di Gsk e dal sindaco di Siena, Luigi De Mossi, è stata posta in quelle che saranno le fondamenta del nuovo edificio Smart Lab di Gsk Vaccines: un gesto simbolico per la posa della prima pietra. “E’ un onore – ha detto il primo cittadino Luigi De Mossi - che questa nuova, strategica struttura nasca a Siena. Gsk dimostra di essere una azienda che guarda al futuro, all'innovazione, alla ricerca, al rispetto del lavoro, ma anche alla nostra città e al nostro territorio, luogo storico ed ideale per investire e portare avanti con professionalità le attività di questo settore. La mia presenza conferma la vicinanza tra Gsk e amministrazione comunale. Siamo pronti a camminare insieme e a supportare innovazione, ricerca, trasformazioni culturali e modelli di lavoro innovativi per il bene comune. Abbiamo dato la concessione nel rispetto della legge”.

L’edificio che andrà ad ospitare il nuovo Trd Smart Lab, nasce dalla riqualificazione di una struttura storica all’interno del sito Gsk di Siena, dove per decenni sono stati prodotti gli antigeni virali destinati principalmente alla produzione del vaccino antinfluenzale. Il progetto prevede la riqualificazione antincendio e il miglioramento sismico dell’edificio esistente, mentre l’ampliamento sarà realizzato con una nuova struttura in acciaio ad ampie vetrate. In materia di rigenerazione-ecosostenibile, tutti i nuovi impianti termici ed elettrici saranno ad alta efficienza e a basso impatto ambientale, verranno impiegate fonti rinnovabili di energia e il benessere lavorativo sarà garantito in termini di qualità dell’aria interna, comfort termico, qualità visiva, illuminotecnica e comfort acustico. Il nuovo edificio, di cui sono già iniziati i lavori di ampliamento, avrà una superficie complessiva di oltre 4mila metri quadrati, distribuiti su sei livelli. I lavori termineranno entro il 2022.