Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Zanardi offeso sui social mentre la staffetta continua a viaggiare accolta da autorità e striscioni per il campione

  • a
  • a
  • a

Il mondo è bello perché vario, è proprio il caso di dirlo. Praticamente tutti vivono con il fiato sospeso in attesa di notizie su Alex Zanardi, nella speranza che il campione paralimpico vinca anche la battaglia che lo vede in gravi condizioni dopo l'incidente a Pienza che lo ha ridotto in fin di vita. Perfino il papa si è pubblicamente espresso in tal senso.

 

 

Eppure, in una fase così delicata anche dal punto di vista emotivo, c'è addirittura chi lo insulta. Succede su Facebook, nella pagina intestata a una ragazza dove si possono vedere foto di dubbio gusto e messaggi che deridono l'ex campione di Formula 1 per la sua disabilità. A segnalarlo è Quibrescia, in quanto una persona di Montichiari, che si è imbattuta in questa gogna sui social, ha presentato denuncia alla polizia postale, che adesso sta indagando per scoprire se si tratta di un profilo fake. Se l'autore dovesse essere rintracciato, rischia una denuncia per diffamazione.

L'altra faccia della medaglia è invece la staffetta di Obiettivo 3 che prosegue il proprio viaggio anche senza la presenza del suo ideatore e leader carismatico. A San Giovanni Rotondo, in Puglia, il gruppo è stato accolto dalle autorità e da un folla con striscioni inneggianti a Zanardi.

 

Lucia Nobis, psicologa dello sport affetta da sclerosi multipla e a sua volta impegnata nella pedalata, ha detto nell'occasione:  "Alex ci ha insegnato a rialzarci sempre, perché, nonostante le difficoltà, c'è sempre il sole".