Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Una donna non si rassegna alla fine di una storia durata 18 anni e tormenta l'ex con la complicità del fratello: denunciati

Pattuglione della polizia

  • a
  • a
  • a

Non accettava la fine della loro relazione così ha iniziato a perseguitare l’ex convivente. Per questo una donna di 48 anni e suo fratello 50enne, entrambi senesi, sono stati denunciati dalla polizia di Stato per atti persecutori, con divieto di avvicinamento alla vittima. Dopo 18 anni di relazione, lui aveva deciso di interrompere il legame, così è iniziato un periodo di tormento, portato avanti malgrado la presenza di due figli, un maschio ed una femmina, minori. 

 

 

La donna, per oltre un anno, si è resa protagonista di vere azioni di stalking, con ripetute minacce di morte, aggressioni fisiche e pedinamenti. Si è presentata anche sul luogo di lavoro di lui e presso l’abitazione dell’attuale compagna, dalla quale l’uomo è stato anche costretto ad allontanarsi a causa della situazione. Anche il fratello di lei si è reso protagonista di  atti persecutori, passando a volte dalle parole ai fatti e arrivando persino a tentare di investirlo quando era a piedi o a sbarrargli la strada dopo continui inseguimenti con l’automobile. A carico dei due fratelli sono state, pertanto, emesse dal Gip presso il Tribunale di Siena, su richiesta del sostituto procuratore, le misure cautelari eseguite dalla squadra mobile.