Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lorenzo Jovanotti, la passione della bici e gli spot social (gratis) per la Toscana

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

 

Lorenzo Jovanotti e l’infinita passione per la bicicletta. Un passione che si coniuga perfettamente con l’amore per la terra che ama: la Toscana. Appena è stato possibile, dopo il blocco per l’emergenza sanitaria Coronavirus, il cantautore ha inforcato nuovamente la sua due ruote e si è regalato una lunga serie pedalate partendo dall'abitazione in provincia di Arezzo, fino ad alcuni dei luoghi più suggestivi della Toscana del sud. Le sue escursioni sono poi puntualmente finite sul suo profilo Instagram (lorenzojova). Prima un’uscita “sul crinale dell’Appennino cortonese” insieme a due campioni del ciclismo che il cantautore ha definito “amici e leggende”: Paolo Bettini e Daniele Bennati.

Poi una puntata nella meravigliosa Pienza, in provincia di Siena: “Uno dei posti più belli del mondo – ha scritto l’artista – Città utopica voluta da Papa Pio II Piccolomini, un posto da vedere”. Di seguito una corsa addirittura fino a Siena, con foto ricordo in Piazza del Campo, dopo aver fatto i conti non solo con il vento ma con un errore di strada che gli è costato venti chilometri in più. Ancora: la Bussola di Chianciano Terme, uno dei luoghi mitici nella storia dei dancing in Toscana. Il meraviglioso borgo di Bagno Vignoni: “Uno dei gioielli veri della Toscana e del mondo, se vi capita visitatelo all’alba quando siete in pochi, magari d’estate quando si schianta di caldo e i turisti stanno a bordo piscina negli agriturismi”.

Nell’uscita successiva piena Valdorcia: l’abbazia di Sant’Antimo, nel territorio del comune di Montalcino, e la Cappella della Madonna di Vitaleta, nel comune di San Quirico d’Orcia: “E’ un luogo da vedere e si attraversa la Valdorcia che è tanta roba”. Jovanotti in ogni sua pedalata ha esaltato la regione. Post che i suoi quasi due milioni di follower hanno bersagliato con like e commenti. In un’epoca complessa come quella del post Coronavirus, la Toscana si è ritrovata una lunga serie di spot gratuiti. Non male visto che secondo le proiezioni Irpet il calo dei visitatori nel 2020 è destinato ad attestarsi tra il 38 e il 67 per cento.