Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Per non pagare una multa chiama i carabinieri di Siena fingendo un sequestro

default_image

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Non vuole pagare una multa e chiama i carabinieri dicendo che è stata rapita. E' successo nella Strada delle Scotte, nei pressi dell'obitorio di Siena. Protagonista una donna svizzera. I militari si sono precipitati sul posto, ma al momento che sono arrivati hanno trovato con la signora (molto alterata) una pattuglia della polizia municipale. E in pochi minuti hanno capito che si trattava di un falso allarme. Poco prima, infatti, i vigili urbani avevano multato legittimamente la straniera e, in base alla nuova normativa, hanno richiesto l'immediato pagamento della sanzione. Anche perché una volta superati i confini, le contravvenzioni non vengono mai regolate. La donna si è rifiutata e quando la polizia municipale ha ribadito che quella multa andava saldata, ha chiamato i carabinieri. Giunti nella strada delle Scotte e calmata la donna con l'ausilio dei vigili, la pattuglia ha confermato la legittimità delle richieste dei colleghi e a quel punto, senza più appigli a cui aggrapparsi, la donna svizzera ha pagato per l'infrazione commessa.