Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Addio a Giorgio, meravigliosa voce di Fontebranda

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

E' scomparso Giorgio Tancredi, una delle ultime meravigliose voci di Fontebranda e di Siena. Classe 1929, contradaiolo dell'Oca, insegnante di educazione fisica (tra cui allo scientifico Galilei), era fratello di Luciano, tenente plurivittorioso e Governatore del Nobile rione. Giorgio Tancredi ha lasciato alla città un valore inestimabile, la sua voce che ha cantato le più belle serenate dedicate a Siena. Nel corso della sua vita ha inciso diversi dischi, anche insieme ad Enzo Bini detto Il Gessaiolo. Un dono ereditato dal babbo Alfredo e della mamma Carlina, popolarissimi in Fontebranda. Giorgio lascia la moglie, i figli Elisabetta e Gianni ed i nipoti. Ma soprattutto un grande vuoto nella sua contrada e nella città che ascolta sempre con grande amore la sua voce (OPPURE ASCOLTA "SON TRE ORE"). Le esequie si sono già svolte all'Osservanza. Alla famiglia le condoglianze del Corriere di Siena. Francesco Vannoni, poeta senese che ama scrivere anche in vernacolo, gli ha dedicato un bellissimo sonetto che vi proponiamo. A GIORGIO TANCREDI O Giorgio, se pòi, scusami davvero lessi 'l manifesto di 'volata' e se posso di' 'l primo pensiero pensai: "Ovvia, stasera 'n serata riascolto 'l disco tutto 'ntero pe' ri'orda' la poesia che è stata e - credimi - col cuore tanto fiero che batte sempre pe' una serenata. 'Costanza', 'Esci di casa' e 'Son tre ore' "Da mille serenate" e 'li stornelli. 'L' Usignolo', poi è d' un valore grande che 'un riesco a definillo brani, 'he so' parecchio più, che belli! 'un ci si stanca mai di risentillo.