Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Straordinario: la curiosità del Masgalano, Cencio e Chiesa

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

La macchina organizzativa per il Palio Straordinario è già in moto su tutti i fronti. Perchè ci sarà da pensare anche al Drappellone, al masgalano e alla chiesa dove cantare il Te Deum di ringraziamento. La situazione è sotto controllo da parte del comune che ha gli ingranaggi perfettamente oliati, anche se i tempi sono ristretti. Le date? Il 13 o il 20 ottobre si correrà la Carriera. Per quanto riguarda il Cencio, sono già stati visionati i bozzetti presentati a luglio che potrebbero essere in parte modificati inserendo la dedica alla Vittoria della Prima guerra mondiale, tema a cui sarà dedicato il Palio Straordinario. Ma l'amministrazione potrebbe individuare anche un altro pittore a cui affidargli l'incarico. In questo senso ci sarebbero già alcuni artisti che hanno avanzato la possibilità di presentare i loro lavori. Serve comunque un pittore affidabile che in tempi velocissimi possa riuscire a realizzare il Drappellone. Ma i nomi e le brave maestranze non mancano. Così come per il Masgalano. In questo caso ci sarà da individuare un Ente che lo offra e che commissioni immediatamente la realizzazione dell'oggetto. Qui il lavoro si fa decisamente più difficile. In caso non si trovi qualcuno, sarà il comune ad offrirlo. Infine una Chiesa della città dove portare il Palio e cantare il Te Deum di ringraziamento. Nel 2000 fu la Santissima Annunziata, nel 1986 San Cristoforo mentre nel 1980 la basilica di San Domenico, nel 1972 il Duomo e nel 1967 San Vigilio. Anche in questo caso l'amministrazione deciderà la chiesa e successivamente ci sarà il via libera (o qualche discussione in più) da parte del vescovo. Andrea Bianchi Sugarelli