Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, Pusceddu: "A luglio sfortunato ma voglio montare". Arri pensa di farcela, Guglielmi punta all'esordio

Ge.Gr.
  • a
  • a
  • a

"Per la prima volta mi è capitato di montare un cavallo dal quale volevo scendere. Alla fine in carriera mi è successo anche questo”. Il Palio di luglio non è stato fortunato per Valter Pusceddu (nella foto), che non ha trovato il giusto feeling nella Civetta con Vankook. Bighino ieri mattina ha portato al Ceppo Arestetulesu, cavallo giovane che è tra i papabili tra quei soggetti che potrebbero esordire ad agosto: “A luglio non sono stato fortunato. C’erano due miei soggetti in Piazza ma non ho avuto l’opportunità di montarli. E già lì sono partito con il piede sbagliato. Poi ho montato un cavallo sul quale non mi trovavo bene, così ho preferito tornare a casa. Purtroppo questi sono incidenti di percorso che possono anche starci, sono qui da venti anni e adesso mi è successa pure questo. Ora arriva il Palio di agosto e vediamo cosa viene fuori. Intanto presento Arestetulesu, che va bene e va forte. Per me è già pronto per essere tra i dieci del lotto, non voglio essere di parte ma dopo tanti anni credo di avere un buon occhio e allora dico che si tratta di un soggetto affidabile, serio, fermo al canape. Io comunque faccio il fantino e vorrei montare nel prossimo Palio. Con alcune contrade ho rapporti che vengono da lontano. Con la Tartuca? Sì, ma anche con il Nicchio e con il capitano Alessandro Toscano dell’Onda. E pure con altri”.

 

 

Chi potrebbe tornare ad indossare un giubbetto dopo non essere stato presente a luglio è Federico Arri che ha un buon rapporto con la Giraffa e pure con l’Onda. A 27 anni Ares ha fino a questo momento corso tre Palii, tutti nel Drago (l’ultimo nell’agosto 2019 su Tornada). Ieri ha portato al Ceppo Veranu (soggetto molto interessante) e Bolina da Clodia: “Rispetto a luglio saranno nel lotto più cavalli esperti e penso che questo aspetto sia un bene per tutti perché danno più garanzie. Giraffa e Onda? Sì, con loro ho rapporti ma complessivamente in questo momento ne ho con 5 o 6 contrade che correranno il prossimo Palio. Arrivo pronto a questo appuntamento. Dopo luglio mi sono allenato ancora di più, visto quello scenario e gli incastri che si sono realizzati non è stata per me una grossa sorpresa il fatto di non montare per Provenzano. Ho sfruttato l’ultimo mese e mezzo per allenarmi ancora meglio”. 

 

 

Anche Federico Guglielmi ha 27 anni e spera di esordire: le sue qualità le ha evidenziate in tante circostanze. Al Ceppo è arrivato con Zilla e Ares Elce, cavalli dalle ottime prospettive: “A me non piace sponsorizzare i miei cavalli – le sue parole, – la loro qualità devono dimostrarla sul campo. Ares Elce? Sicuramente è un cavallo molto chiacchierato, alle prove di notte di luglio ha fatto bene. Rivediamolo adesso un’altra volta in piazza del Campo, alle prove di notte e anche alla tratta, poi decideranno i capitani. Secondo me più dell’età conta il percorso compiuto dal cavallo. Io aspetto una chiamata, se un capitano deciderà di darmi un’opportunità monterà un ragazzo determinato, con il coltello tra i denti e che ha tanta voglia di dimostrare ciò che vale”.