Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, Ares: “Posso montare almeno in 5 contrade”

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

I cavalli migliori, scorrendo l’elenco degli iscritti alle previsite che prenderanno il via domani, ci sono tutti, con la sola eccezione di Rocco Nice. In lista anche Remorex, malgrado il suo nome sia stato associato alle corse a vuoto di Ronciglione, e Violenta da Clodia, in forte odore di Palio di Piancastagnaio. Essere tra i soggetti previsti per il vaglio dell’equipe veterinaria non significa poi presentarsi davvero alla clinica del Ceppo, dirigenze e contradaioli lo sanno bene dopo quanto è successo alla vigilia della Carriera di Provenzano, ma almeno, al momento, regala un po’ di speranza di vedere un lotto più credibile. Chi farà di tutto per esserci, ma qui si passa nel mondo dei fantini, è Federico Arri, che a luglio è rimasto a guardare ma il cui nome è molto gettonato per l’Assunta. “Il bilancio della mia stagione – racconta Ares – per adesso non è del tutto soddisfacente. La provincia è andata bene, ma dall’unico Palio che ho disputato, quello di Legnano, mi aspettavo risposte migliori. Per piazza del Campo, infine, non sono stato chiamato”.

 

 

Cos’è successo? In fondo il suo nome circolava, prima della Tratta...
In realtà, viste le contrade che correvano, sapevo di avere poche possibilità di presentarmi al canape, e così è stato.
Da osservatore esterno, come è stato il Palio di luglio?
Sono successe tante cose, e magari è stato commesso anche qualche errore, ma gran parte di quanto ha riguardato i cavalli è da attribuire alla casualità.
Si volta pagina, adesso c’è il 16 agosto nel mirino
Assolutamente sì. Le dirigenze delle contrade che correranno si stanno facendo vive e i rapporti si intensificano. Stavolta ho strade aperte.
Quanti giubbetti potrebbero esserci a disposizione?
Direi cinque, magari sei. I presupposti per essere a cavallo ci sono, e dopo gli anni dello stop ho tanta voglia di fare bene. Chiedo solo la possibilità di dimostrarlo.

 

 

Fatti due conti, visto che le contrade senza avversaria sono quattro, ci sono anche contatti con chi dovrà prestare attenzione alla nemica
Spero di montare un cavallo per fare il Palio, ma se dovrò agire in difesa, nessun problema.
Domani cominciano le previsite. Chi porterà?
Veranu e Bolina da Clodia, un soggetto di quattro anni che ha fatto la provincia e che ho anche portato due volte ad Asti per le prove di addestramento
Quali sono gli impegni da qui alla fine della stagione?
Intanto, come detto, spero di correre il 16 agosto in piazza del Campo. Di sicuro sarò ad Asti, dove difenderò i colori di Santa Maria Nuova, e potrei avere una chance per Castel del Piano.
Come ci si prepara per questi appuntamenti, con una sola certezza e altre possibilità più o meno concrete?
Senza proclami e con i fatti. Le mie prestazioni parlano per me, è con quelle che ho costruito una buona considerazione da parte delle dirigenze. Il mio compito è confermare quanto ottenuto finora.