Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, il veterinario Ciampoli: “Zentile resta in clinica almeno un paio di mesi"

Vincenzo Battaglia
  • a
  • a
  • a

A distanza di più di dieci giorni dal Palio del 2 luglio, proseguono le cure per Zentile, il cavallo che ha corso la Carriera per i colori della Chiocciola, montato da Giuseppe Zedde detto Gingillo, finendo con un infortunio che ha riguardato un’unghia, in parte da ricostruire. Sebbene al termine dei giorni di Palio siano stati ben cinque i cavalli ad aver riscontrato problemi fisici, il soggetto che aveva riportato i danni più considerevoli era stato proprio Zentile. Pertanto il barbero ancora oggi continua a essere in cura dal dottor Raffaello Ciampoli alla Clinica del Ceppo.

 

 

“Sta bene – racconta Ciampoli –, stiamo proseguendo tutte le terapie che abbiamo iniziato fin dal primo momento. La situazione è in netto miglioramento, per cui siamo fiduciosi per una buona risoluzione del problema. E’ sempre ricoverato da noi, certo, anche se è presto per dire quando sarà possibile dimetterlo. E’ in via di guarigione, ma l’unghia cresce pochi millimetri al mese, quindi prima che venga considerata sufficientemente forte ci vorrà molto tempo. Serviranno ancora un paio di mesi affinché possa lasciare la clinica. In ogni caso è ancora presto per fare questi ragionamenti, bisogna aspettare ancora un po’ per sciogliere la prognosi definitiva”. 

 

 

Diversa invece la situazione di Schietta, Volpino e Vitzichesu, gli altri tre cavalli che hanno corso la Carriera di luglio, rispettivamente con Istrice, Leocorno e Valdimontone, e poi sono stati in cura al Ceppo: “Sono stati già dimessi e sono tutti a casa – spiega Ciampoli -, stanno tutti bene. Non sono più in cura e non hanno bisogno di terapie, credo addirittura che alcuni siano già in allenamento. Volpino sta molto bene. L’ematoma di Schietta è guarito perfettamente, mentre quello di Vitzichesu deve ancora riassorbirsi del tutto, ma lui è in ottime condizioni. Sono tutti dimessi con prognosi favorevole e guarigione in poco tempo”.