Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, la sorte bacia Onda, Selva e Chiocciola. Le dieci contrade che correranno ad agosto

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

A Siena primo atto del Palio dell’Assunta 2022. E’ quello andato in scena domenica 10 luglio, che ha concesso una chance a due delle tre contrade che, alla vigilia, rischiavano un 2022 senza il tufo. L’Onda è la prima estratta (per mano dell’Oca), a seguire la Selva (portata in pista dalla Pantera). Il terzo posto lo occupa la Chiocciola, che per ironia della sorte deve ringraziare la rivale Tartuca. In una piazza del Campo meno gremita rispetto all’ultima domenica di maggio, quando l'estrazione riguardava la Carriera del 2 luglio, si è così consumato il primo atto in previsione dell’Assunta, ovvero l’estrazione delle tre consorelle che si daranno battaglia con le sette già presenti di diritto: Tartuca, Lupa, Giraffa, Civetta, Leocorno, Nicchio e Valdimontone. Fino alle 18.59 sul Campo c’erano già due rivalità (Civetta-Leocorno e Nicchio-Valdimontone), ma l’ultima occasione utile ne crea un’altra, quella fra Tartuca e Chiocciola. Alle finestre del piano superiore, quelle che si aprono sul futuro (Carriera di agosto 2023), fanno la loro comparsa Torre, Drago (fresco di vittoria e protagonista di un lancio di palloncini colorati), Bruco (la cui comparsa è davanti a Palazzo comunale per il consueto giro di omaggio), Pantera, Oca (che, se fosse stata estratta, avrebbe scontato un Palio di squalifica e sarebbe stata collocata immediatamente al settimo posto. Ma così non è andata), Aquila (unica a non aver mai corso nel 2022) e Istrice.

E’ evidente e palpabile la voglia di mettersi alle spalle quanto visto in occasione di quella che doveva essere la ripartenza dopo due anni di Covid, ma invece si è trasformata in un gioco al massacro a eliminazione diretta mai visto prima. Adesso si volta pagina, cominciano le strategie e la preparazione alla Carriera dell’Assunta: si tira una riga su quello che è stato e si pianifica ciò che sarà. Uno spartiacque necessario, viste le polemiche amare del post 2 luglio. Dopo le operazioni di estrazione, lo schiudersi delle vetrate delle trifore, per dare spazio allo squillo delle chiarine, provoca alla Piazza il suo solito sussulto di emozione e di ansia. Si aprono solo le finestre al piano di sotto, è una delusione per l’Oca perché, come scritto, cominciare da quello superiore avrebbe comportato una tacca in meno sulla casella della giustizia paliesca per Fontebranda.

Restano in nove con l’adrenalina ai massimi livelli, e subito può esplodere la gioia di una delle consorelle che pregava di non dover fare ancora da spettatrice: è l’Onda, con il cuore di Malborghetto che esulta in maniera travolgente. Seconda corsa dell’addetto comunale e seconda contrada che evita un 2022 a secco: è la Selva a sventolare, dopo aver portato nel museo l’ultimo Drappellone dedicato all’Assunta, quello del 2019. La gente di Vallepiatta in un attimo è davanti al Palazzo. Cresce la tensione, ci sono sette urla di gioia pronte a esplodere ma deflagrano le voci della Chiocciola, baciata dalla sorte come per luglio. Ancora le chiarine, il rito è compiuto.