Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, out anche Remorex e Tale e Quale: non si sono presentati alle previsite

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Alla fine Remorex al Ceppo non è arrivato. Massimo Columbu è tornato anche ieri alla clinica veterinaria, nell’ultimo gruppo prima della pausa per il pranzo: ha portato a far visionare Cassiox e Baaby Doll, ma non il cavallo biondo che in Piazza del Campo ha vinto due delle ultime tre Carriere corse. Quella di Remorex era un’assenza comunque ipotizzata da più parti, molte erano state le voci al riguardo negli ultimi giorni. Si sono infine concretizzate. Ed è l’ennesima assenza, ovviamente pesante, la più pesante, in vista del Palio di Provenzano. Non è stata l’unica nemmeno nella giornata di ieri perché venti minuti prima era mancato all’appello un altro big: Tale e Quale, vincitore della Carriera di luglio 2019 nella Giraffa con Giovanni Atzeni. Non c’era nemmeno lui, non era tra i cavalli che un quasi recuperato Giosuè Carboni ha portato a far visionare alla equipe veterinaria. 

 

 

Un primo responso dalla due giorni di previsite è quindi costituito dal fatto che tre dei quattro big presenti nella lista dei 102 cavalli da visionare al Ceppo non correranno la Carriera di luglio. Remorex e Tale e Quale, oggetto dei desideri di tutti i contradaioli, non sono arrivati alla clinica veterinaria. La stessa cosa era avvenuta la sera precedente con Rocco Nice, anche lui già vincitore di un Palio (nel Drago con Andrea Mari). Le loro assenze spengono le speranze di tanti contradaioli di avere questi big in stalla. Quindi l’unico cavallo ritenuto big di questo contesto rimane Violenta da Clodia, che invece è arrivata regolarmente al Ceppo ieri mattina alle ore 6. Violenta un Palio non lo ha ancora vinto, ma ha dimostrato le sue qualità e anche la sua adattabilità alla Festa e alla Piazza senese. Ieri mattina Massimo Milani l’ha portata, nello stesso gruppo insieme ad un’altra cavalla che a questo punto diventa molto interessante per il lotto, vale a dire Una per tutti. Il lotto a questo punto sarà per forza di cose al ribasso. D’altronde sono mancati tanti cavalli, che non hanno oltrepassato il momento delle previsite. La lista degli assenti per Provenzano si allunga giorno dopo giorno: non ci saranno tre big come Remorex, Tale e Quale e Rocco Nice, e nemmeno soggetti che possono essere ritenuti in una fascia media come Tabacco, Solu Tue Due, Tottugoddu (che ebbe un problema a Monticiano e non riuscì così a completare il protocollo). Assenti pure Techero, Zarck, Abracadabra, Quantovali, Remistirio, Tornasol, Tornada, Rombo de Sedini. Le scelte dei capitani saranno quindi risicatissime. In primo luogo c’è ora un’incognita su Violenta da Clodia. È l’unica big rimasta a disposizione, i capitani la inseriranno dunque nel lotto oppure la escluderanno nel nome di una sua possibile manifesta superiorità? Il proprietario di Violenta da Clodia, Theodore William Thomas Westerman, non deve aver preso bene l’assenza degli altri tre big. Il suo stato d’animo è testimoniato da ciò che ha scritto su Facebook: “Se avete paura state a casa”.

 

 

Mancano i big, ma in generale mancano i soggetti di esperienza. Ad avere già corso un Palio rimangono a disposizione appena quattro cavalli: oltre a Violenta da Clodia ci sono Schietta, Una per tutti, Unidos. C’erano state voci anche relativamente ad un’assenza di Schietta, che sono state invece smentite all’arrivo dei van della scuderia di Giosuè Carboni. Comunque andranno le cose e qualunque saranno le scelte dei capitani ci saranno quindi almeno sei esordienti. Che diventeranno sette se Violenta da Clodia verrà esclusa per una sua manifesta superiorità. 
È Palio, si dirà. E queste cose succedono, anche in base alle strategie. Vengono però così a mancare tanti punti di riferimento per i capitani, per i fantini e anche per i contradaioli e per il loro entusiasmo nei quattro giorni della Festa. Nessuno potrà saltare per Remorex o per Tale e Quale, qualche contrada potrebbe ora ritrovarsi a saltare per Schietta o per Una per tutti. 
Servirà occhio per la scelta di quelli che saranno gli esordienti. Nella scuderia di Massimo Milani ci sono anche Ungaro de Bonorva, Viemmidietro e Zenis. In quella di Giosuè Carboni soggetti noti da tempo come Rio Manigos, Vankook, Vallerozzi. Antonio Francesco Mula allena Takatursa e Volpino, Valter Pusceddu ha Zentile, molto interesse c’è anche su Zaminde che è la sorella di Sarbana, Alessio Giannetti allena un cavallo di esperienza come Vitzichesu.