Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, si entra nel vivo: varchi, previsite ed estrazione delle bandiere. Il programma della settimana

Gennaro Groppa
  • a
  • a
  • a

Da oggi la macchina del Palio dà l’accelerata decisiva. Questa mattina saranno montati in piazza del Campo cinque varchi semiautomatici che consentiranno un deflusso più tranquillo dall’interno della conchiglia nei giorni della Festa. Intanto cresce l’attesa per le giornate di mercoledì e giovedì, quando 102 cavalli sfileranno alla clinica del Ceppo e passeranno sotto la lente di ingrandimento dell’equipe veterinaria. Sarà uno step cruciale, con dirigenti e appassionati che attendono di sapere se ci sarà alla fine qualche assenza e se nella lista post-previsite saranno presenti i soggetti conosciuti e apprezzati per quanto hanno fatto in passato in Piazza o attenzionati in provincia nel percorso di addestramento tra Mociano e Monticiano.
Si parte mercoledì alle 6 con Lauretta Mia, cavalla allenata da Andrea Coghe che da anni è presente nelle corse in provincia. E’ molto conosciuta e in passato se ne è parlato molto, ma non ha mai corso il Palio, tanto da spingere Tempesta a dire ironicamente, facendo una battuta, che “tutti la vogliono ma nessuno la piglia”. Un’ora più tardi arriveranno soggetti che si sono ben comportati in questa annata: Abracadabra, Tempesta da Clodia, Tout Beau. Nel gruppo seguente ci sono Zarck e Takatursa, subito dopo anche Ardavli, Astoriux e Unico Ozierese. Tra le 10 e le 11 sarà il turno di Reo Confesso e Zaminde, la sorella di Sarbana. Poi subito dopo le 11 è previsto l’arrivo di Tabacco, cavallo di esperienza molto apprezzato dai capitani: uno dei dieci posti nel lotto dovrebbe essere suo. Lunga la pausa pomeridiana, perché dalle 12,30 le visite riprenderanno alle 17. Nel pomeriggio sono attesi, tra gli altri, Trikke, Viso d’Angelo, Zio Frac e alle 20, in chiusura della prima giornata, Rocco Nice. Vale a dire una delle quattro punte nella lista di cavalli a disposizione.

 

 

La prima giornata di previsite si chiuderà con un big e la seconda si riaprirà con un altro: alle 6 di giovedì 23 giugno arriverà al Ceppo Violenta da Clodia, della scuderia di Massimo Milani. Con lei anche Una per Tutti, altro barbero che ha altissime probabilità di trovare posto tra i dieci. Dopo le 7 Solu Tue Due, già segnato nel taccuino dei capitani per la mattina del 29 giugno. Stesso discorso per Schietta, protagonista dell’ultimo Palio, nell’agosto 2019, e attesa anche per la prossima Carriera. Con lei ci saranno gli altri cavalli della scuderia di Giosuè Carboni: Rio Manigos, Vankook, Vallerozzi. Alle 9 arriveranno i cavalli allenati da Jonatan Bartoletti: Aramis King, Teseo da Clodia, Vino Santo, Zinzula Sedilesa, Dioniso da Clodia. Subito dopo sfileranno quelli allenati da Valter Pusceddu: Uragano Rosso, Arestetulesu, Zentile. Attorno alle 12 ci sarà il terzo big: Tale e Quale, vincitore del Palio nel luglio del 2019 con Giovanni Atzeni nella Giraffa. Il quarto sarà alle 12,30: Remorex. Il cavallo biondo che ha vinto due delle ultime tre Carriere disputate in Piazza del Campo è rimasto nascosto nella prima parte della stagione; nelle ultime giornate a Monticiano e a Mociano, invece, Massimo Columbu ha premuto sull’acceleratore ed è tornato a fare vedere le sue qualità. Nel pomeriggio che chiuderà le previsite ci saranno altri soggetti interessanti come Unamore, Aurus, Volpino e l’ultimo cavallo ad essere visionato sarà Zentiles. 

 

 

Il primo aspetto da valutare sarà l’effettiva presenza o meno al Ceppo di tutti questi nomi, poi ovviamente saranno da attendere le considerazioni e le decisioni dell’equipe veterinaria. Sono quattro le stelle, al momento, e le strategie si basano su questo aspetto. Se uno o più di loro dovessero essere assenti, si aprirebbero ovviamente discorsi differenti. A quel punto non rimarrà che attendere la lista dei veterinari, che arriverà quando finalmente il tufo tornerà in piazza del Campo. C’è da scommettere che anche quello sarà un momento significativo ed emozionante per ogni contradaiolo. Venerdì 24, altro appuntamento che mette insieme sacro e profano, religione e scaramanzia: l’estrazione dell’ordine con cui le bandiere delle contrade verranno collocate all’interno della Collegiata di Santa Maria in Provenzano, dove rimarranno esposte fino alla sera del 2 luglio. Ci sono posizioni ritenute più favorevoli rispetto ad altre (sopra la porta di ingresso, ai lati dell’altare...) e i contradaioli attendono trepidanti di capire quale portabandiera ospiterà il proprio vessillo. La cerimonia, alla presenza dei piccoli delle contrade, si svolgerà alle 18. A quel punto l’atmosfera del Palio sarà già calda e mancheranno ormai poche ore sia alla presentazione del drappellone di Emma Sergeant, domenica 26, sia alle prove di notte di lunedì 27 e martedì 28. Poi sarà il 29 giugno, con i brividi della Tratta.