Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, Cianchino: "Io sono ottimista"

  • a
  • a
  • a

Le norme portano a escludere la disputa del Palio di luglio, anche quello di agosto sembra a forte rischio, un eventuale Straordinario a settembre o ottobre resta ancora nel campo delle ipotesi. Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, si è dato tempo fino a metà maggio per valutare la situazione, poi prenderà una decisione per l'annata paliesca 2021, nel frattempo dal 4 maggio prenderà il via il circuito di addestramento a Mociano e a Monticiano per i cavalli ammessi al protocollo.

 

 

In questo quadro denso di punti interrogativi, Salvatore Ladu detto Cianchino non perde la speranza di poter calpestare il tufo. “Sono sempre stato ottimista di natura – spiega l'otto volte vincitore tra il 1978 e il 1996 – e lo sono anche adesso. Quindi penso e dico che già aver visto le visite al Ceppo è qualcosa di bello e di positivo perché si è avvertito lo spirito contradaiolo e paliesco. Siamo stati fermi per un anno a causa del Covid, stiamo ancora vivendo i frangenti della pandemia, ma vedere così tanti cavalli alla clinica veterinaria è una bella cosa. Siena ha bisogno di questo, pian piano spero di poter dire che si sta tornando nella giusta direzione”.

 

 


“In questo momento – prosegue Cianchino – i fantini sono vittime della situazione, esattamente come i contradaioli. Purtroppo lo scenario che stiamo vivendo ha coinvolto anche loro, nel frangente attuale restano tante speranze. Ma i fantini non hanno certamente trascurato l’allenamento, la loro serietà e il loro impegno sono costanti. Manca la competizione, che è importante, ma credo che, per chiunque, vincere il primo Palio che si correrà dopo il Covid sarà una bellissima sensazione. Tutti adesso hanno una grande voglia e un'enorme adrenalina. Anche io non vedo l’ora che la Festa riprenda i propri colori. Vedo tutti nelle giuste e migliori condizioni. i cavalli sono comunque al top della forma e i fantini stanno bene. Si ripartirà con calma, con cautela e con responsabilità".