Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, il priore della Civetta Andrea Bonacci: "La festa titolare anche se ridotta mi ha regalato emozioni"

  • a
  • a
  • a

Nel fine settimana del 13 e 14 giugno, malgrado il maltempo non abbia dato una mano,  si sono svolte le feste titolari in formato ridotto di due contrade.

 

 

Ha cominciato sabato la Tartuca, poi è toccato alla Civetta aprire le porte del proprio oratorio per la messa celebrata dall'arcivescovo Augusto Paolo Lojudice, come già avvenuto per le altre consorelle.  "E' stata una ricorrenza atipica - commenta a mente fredda il priore del Castellare Andrea Boccacci - ma comunque emozionante. Per me era la prima volta da priore e le sensazioni sono state importanti. Il rammarico più forte che provo è il non aver potuto effettuare il battesimo dei nuovi contradaioli, ma è un vero dispiacere anche il non poter realizzare in pieno tutti i progetti che avevamo". 

 

Intanto sono state nuovamente aperto le società: "E' una bella cosa perché fornisce l'opportunità di rivedersi e di frequentarsi, nel rispetto di tutte le regole del caso. Non dimentico, nel giorno del via libera definitivo, la gioia di sentire le voci dei civettini mentre mi avvicinavo. Erano davanti all’ingresso e aspettavano di vivere quel momento".