Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus Palio di Siena, un 2020 senza correre, Federico Arri: "Dispiace ma prendiamo le cose come stanno"

Esplora:

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

La notizia era nota da tempo e non c'era alcun dubbio al riguardo, ma adesso la decisione del consiglio comunale la ammanta di ufficialità: nel 2020 non si disputeranno i Palii, salvo un remota possibilità di organizzare uno straordinario in autunno: poco probabile, ma in tempo di pandemia ci si attacca a qualsiasi cosa che permetta di sognare almeno un po'. Il non andare al canape né a luglio né ad agosto è un colpo al cuore: per i senesi perché non è facile rinunciare a poco più di un mese dalla prima tratta, ma anche per i fantini, che perdono un'occasione di poter fare il loro mestiere e di farsi vedere in Piazza. Fa parte di questa categoria Federico Arri, detto Ares, che tra il 2018 e il 2019 ha favorevolmente impressionato  e ora cerca una consacrazione, che non potrà arrivare né da Siena né da altre parti d'Italia dove le Carriere sono state annullate. "Dispiace a tutti – commenta – ma prima di tutto è un peccato di essere in questa situazione. Stiamo vivendo una grossa crisi sanitaria e non resta che prendere le cose come stanno. Per i fantini questo contesto generale significa anche un grande danno economico, ma andiamo avanti e la priorità rimane la salute di tutti”.