Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio di Siena, il Coronavirus blocca le feste delle contrade. Cresti (Valdimontone): "Pregheremo lo stesso"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Le feste titolari delle contrade quest'anno non si faranno, causa Coronavirus. Per saperne di più sulla possibilità di correre e di vivere i due Palii bisognerà invece attendere la metà di maggio, verso il 10 o il 15 arriverà infatti il momento di fare un punto della situazione al riguardo. La prima contrada che si troverà ad affrontare il periodo nel quale avrebbe dovuto tenersi la propria festa titolare è il Valdimontone. Il rione dei Servi ha comunque pensato anche ad un momento speciale da vivere: “Faremo un omaggio al nostro patrono – conferma il priore Lucia Cresti. – In momenti difficili come questi pregare il patrono per un aiuto e per una protezione dei contradaioli è importante. L'idea è quella di dare vita ad una funzione religiosa privatissima nel pomeriggio di sabato 25 aprile, alla quale saranno presenti poche persone, il priore ed il capitano”. La religiosità della città è intatta, e adesso ai patroni si richiede una protezione affinché il virus Sars-Cov-2 venga rapidamente sconfitto. “Abbiamo fatto un confronto tra tutti noi priori – spiega ancora Lucia Cresti, – successivamente abbiamo avanzato richiesta formale al sindaco e al prefetto. I contradaioli il giorno del giro possono esporre alle finestre della propria abitazione la bandiera di contrada. C'è anche la possibilità di mettere le bandiere del rione ai suoi confini”. Gennaro Groppa