Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La quarta provava all'Istrice

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

E' l'Istrice, con Andrea Coghe detto Tempesta su Oppio, a vincere la quarta prova del Palio dell'Assunta 2019. Tra i canapi entrano Drago con Tornada e Federico Arri detto Ares, Oca con Unidos e Antonio Siri detto Amsicora, Onda con Porto Alabe e Carlo Sanna detto Brigante, Istrice con Oppio e Andrea Coghe detto Tempesta, Selva con Remorex e Giovanni Atzeni detto Tittia, Aquila con Tottugoddu e Stefano Piras, Bruco con Schietta e Andrea Mari detto Brio, Pantera con Tabacco e Luigi Bruschelli detto Trecciolino, Chiocciola con Una per tutti e Francesco Caria detto Tremendo. Di rincorsa la Torre con Violenta da Clodia e Jonatan Bartoletti detto Scompiglio. Allineamento piuttosto tranquillo, finalmente senza problemi di sorta, e l'accoppiata di Salicotto fianca abbastanza velocemente per la mossa valida. Escono bene Bruco e Drago, a seguire l'Oca. A San Martino gira in testa Brio, con l'Aquila alle spalle che fa vedere spunti interessanti fino al Casato. Bene anche l'Istrice, che senza forzare troppo dimostra le qualità di Oppio e va in testa all'inizio del secondo giro. I ritmi si abbassano, tutte le contrade, inclusa la battistrada, procedono lentamente e alla fine vince l'Istrice, una delle poche a completare i tre giri.