Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, cena solidale in simultanea nelle 17 contrade di Siena

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Una cena in contemporanea, sabato 11 febbraio, in tutte le 17 contrade. E' il grande evento solidale, organizzato dal Coordinamento dei presidenti delle società di contrada, che coinvolgerà i rioni della città in favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Una bellissima iniziativa che farà seguito alla “catena” di aiuti ancora in atto e che fino a sabato 28 gennaio vedrà impegnati gruppi di contradaioli nel ruolo di cuochi direttamente nelle zone danneggiate dal sisma, nello specifico a Cascia (fino a martedì 24 gennaio ci sarà la Selva poi i contradaioli dell'Onda). Il menù della cena dell'11 febbraio sarà uguale in tutte le società ed i prodotti saranno acquistati presso aziende dei territori colpiti dal sisma. Il ricavato sarà poi utilizzato, unitamente alla raccolta di fondi di tutti i coordinamenti, per la realizzazione di un progetto condiviso per aiutare le popolazioni terremotate, che il Magistrato delle Contrade individuerà a breve. Già durante le cene degli auguri che si sono svolte prima di Natale nelle 17 contrade è stato possibile versare un contributo volontario. Questa nuova iniziativa - afferma Marco Lotti, segretario del Coordinamento - è una ulteriore testimonianza della solidarietà e del cuore delle contrade verso le popolazioni terremotate. Una tragedia che ci ha colpito profondamente e che abbiamo toccato con mano direttamente a Cascia. Abbiamo voluto questa cena per coinvolgere direttamente anche i contradaioli e la città in una iniziativa di beneficenza per essere ancora più vicini a queste persone che hanno perso tutto. Pensate cosa possa provare una famiglia che da un giorno all'altro perde un familiare, perde la casa, perde il lavoro, perde tutti i suoi riferimenti e non vede più nessuna prospettiva. Noi non vogliamo lasciarli soli e cerchiamo di ridare colore al loro futuro. Invitiamo quindi tutti i contradaioli, senesi, universitari e lavoratori che vivono nei rioni a partecipare a questa cena solidale, sarà un modo per stare tutti insieme in una serata dal grande valore umano” conclude Lotti. “Un grande ringraziamento - aggiunge Gianluca Prosperi, coordinatore del Coordinamento - va tutti i gruppi di contradaioli che dal 19 novembre ad oggi si sono avvicendati in due turni settimanali, per andare a cucinare al campo allestito nel paese di Cascia e che proseguiranno fino al 28 gennaio. Un ultimo doveroso ringraziamento anche a tutti i presidenti di Società che in questi ultimi tempi si sono impegnati per coordinare l'organizzazione di tale iniziativa all'interno delle proprie contrade”.