Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio, ha vinto la Lupa. Storico cappotto

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

La Lupa fa cappotto, è storia. Vince il Palio con lo stesso fantino di luglio, Jonathan Bartoletti detto Scompiglio e la stessa cavallina Preziosa Penelope. Una coppia che anche questa volta a dimostrato di essere la più forte tra tutti le partecipanti. Un risultato condizionato anche dalla mossa nel corso della quale la rivalità tra Aquila, tra le favorite, e la Pantera ha pesato non poco sul suo equilibrio dando vita ad un vero e proprio rodeo. Le contrade sono state chiamate tra i canapi dal mossiere Fabio Magni nel seguente ordine: Nicchio. Civetta, Giraffa, Aquila, Pantera, Drago, Bruco Leocorno, Lupa e Tartuca di rincorsa. Dopo due mosse non valide (anche se la seconda poteva esserlo) il via. In testa è scattato il Nicchio, Civetta, Drago, Giraffa. Ma alla difficile curva del Casato è andato in prima posizione il Drago, seguito dalla coppia della Lupa e della Giraffa. Il Drago ha condotto in testa nel terzo giro fino a qualche metro prima della curva di San Martino quando la Lupa l'ha sorpassato dall'interno in uno dei punti “killer” della Piazza. La Lupa è andata a vincere nonostante la reazione del Drago che però non ce l'ha fatta a rimontare. Una vittoria comunque meritata. Un cappotto che era nell'aria nel quale i lupaioli speravano. Per la Lupa si tratta della 36a vittoria. E' il primo Cappotto degli anni Duemila. L'ultimo nel 1997 è stato della Giraffa. Ma un cappotto con la stessa coppia risale al 1933 con il fantino Fernando Leoni detto Ganascia e il cavallo Folco. Grande la festa dei contradaioli. La Lupa prima della vittoria di Luglio aveva dovuto aspettare 27 anni. Evidentemente la fame di vittoria c'era ancora.