Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Messina: morì dopo avere assunto metadone, arrestato pusher

default_image

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

Palermo, 30 mag. (AdnKronos) - A distanza di sei mesi dalla morte di un giovane, avvenuta all'ospedale di Mistretta (Messina), dopo un incidente stradale, i Carabinieri hanno arrestato il pusher che nel Messinese avrebbe fornito il metadone alla giovane vittima. I carabinieri della Compagnia di Mistretta hanno arrestato un 29enne di Santo Stefano di Camastra, in esecuzione di una ordinanza di applicazione di misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Patti, Andrea La Spada, su richiesta della procura della Repubblica. I reati contestati sono morte come conseguenza di altro delitto e detenzione e cessione di sostanza stupefacente. Il provvedimento è stato emesso sulla base delle risultanze acquisite dai militari, su delega del sostituto procuratore Alice Parialò, per la morte del 23enne marocchino, dimorante a Santo Stefano di Camastra, avvenuto nell'ospedale di Mistretta dove il ragazzo era stato ricoverato, insieme a un connazionale, la notte del 4 dicembre 2018 dopo un incidente stradale.