Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milan-Bodo/Glimt 3-2, rossoneri allo spareggio con il Rio Ave

  • a
  • a
  • a

MILANO (ITALPRESS) – Missione compiuta per il Milan a San Siro, seppur con alcune difficoltà. I ragazzi di Pioli battono per 3-2 i norvegesi del Bodo/Glimt grazie ai gol di Calhanoglu (doppietta) e del baby Colombo e centrano il pass per i playoff di Europa League, ultimo ostacolo sulla strada verso la fase a gironi, dove affronteranno i portoghesi del Rio Ave che hanno battuto ai rigori il Besiktas. Nonostante la notizia della positività di Ibrahimovic, assente di conseguenza stasera e nelle prossime due di campionato, i rossoneri stringono i denti e sopperiscono alla mancanza dello svedese – oltre che di Romagnoli e Rebic – con grinta e voglia di sacrificarsi, superando il terzo turno preliminare contro una squadra pericolosa e ben schierata in campo. Dopo un avvio di dominio territoriale del Diavolo, al quarto d’ora a sorpresa passano in vantaggio gli ospiti. Gran giocata di Hauge che sfonda a sinistra sulla marcatura troppo leggera di Kessie, palla in mezzo per l’accorrente Junker che di prima intenzione fredda Donnarumma. Passa però appena un minuto e Calhanoglu ristabilisce la parità con un mancino violentissimo dal limite dell’area che si insacca all’angolino. Sette minuti dopo il turco prova a ricambiare il favore e scodella un gran pallone per l’inserimento di Bennacer, che a tu per tu con Haikin si lascia ipnotizzare dall’uscita veemente del portiere dei norvegesi. L’estremo difensore è miracoloso anche su Colombo, al quale al 27′ viene negata la gioia del gol da un intervento prodigioso sulla girata del classe 2002. Il giovanissimo sostituto di Ibrahimovic, però, deve attendere pochissimo per entrare nel tabellino del match e al 35′ porta in vantaggio il Milan. Dopo una combinazione perfetta tra Saelemaekers e Theo Hernandez, colpo di tacco geniale di Calhanoglu che consente a Colombo di segnare il più facile dei gol, il primo “coi grandi” in carriera e il più giovane per i rossoneri dalla rete di Niang nel 2012 contro la Reggina. Nelle battute iniziali della ripresa si infiamma il match. Al 5′ del secondo tempo Calhanoglu firma la doppietta personale con un tiro al volo splendido, direttamente sull’assist da calcio d’angolo all’indietro battuto da Castillejo, ma cinque minuti dopo c’è un altro bel gol, stavolta del Bodo/Glimt, con il bolide di Hauge che rimette tutto in discussione. Nel finale i rossoneri devono soffrire e hanno la grande opportunità con Saelemaekers a dieci dal termine, ma è prodigioso il salvataggio sulla linea di Moe. Con le giocate di Hauge gli ospiti sfiorano più volte il pareggio, poi l’ingresso di Tonali aiuta nella gestione della sfera e arriva così una sofferta ma meritata vittoria.
(ITALPRESS).