Una sindaca depensante

Una sindaca depensante

08.02.2017 - 11:28

0

Si potrebbe fare una rubrica con le parole che segnano la giornata, quelle che sorprendono per la novità e l'inventiva. Bene, la parola di oggi è “depensante”.
Secondo Vittorio Sgarbi sarebbe questo l'epiteto di cui Beppe Grillo avrebbe gratificato la sindaca (altra parola da mettere nell'archivio) di Roma, nel corso di una telefonata con lui. Lo rivela proprio il critico durante un'intervista radiofonica via telefono - è bene precisare i passaggi e gli snodi mediatici - in cui conferma di avere una registrazione di quanto detto e che lo scambio con Grillo è avvenuto prima dell’iscrizione della Raggi sul registro degli indagati (dopo di che Grillo avrebbe fatto dietrofront e si sarebbe imposto una strategia giustificazionista volta a difendere a oltranza il primo cittadino/la prima cittadina della Capitale). Ora, sappiamo quanto l'illustre critico d'arte abbia una straordinaria capacità di cogliere l'attimo fuggente della comunicazione e di alimentarne il fuggevole e vorace flusso con la sua presenza e le piroette delle sue provocazioni (non necessariamente quelle urlate con i denti digrignati e il contorno caprino), ma non sembra probabile che la storia possa essere ricondotta a una sua estemporanea invenzione. Sarebbe un boomerang troppo pericoloso rispetto al quale è difficile immaginarsi una capriola dialettica che possa metterlo al riparo del colpo.
Dunque, dobbiamo prendere per buono l’attributo che Grillo avrebbe coniato per la “sua” sindaca, di cui - aggiunge Sgarbi per completare e rafforzare il resoconto - “avrebbe detto tutto il male possibile”. “Depensante”, dice il leader dei Cinquestelle (ormai è un solo termine), il “de” che toglie e nega quello che dice la parola successiva, “pensante”, come accade abitualmente nella lingua italiana in tantissimi casi: de-motivato, de-cerebrato, de-nutrito, de-composto, de-vitalizzato, de-secretato...
Quindi, stando alla lettera “depensante” vale come “non pensante”, privo della capacità di pensare e di tutto quello che associamo al pensare, e cioè ragionare, riflettere, meditare, considerare, dedurre - o se si preferisce - indurre.
Non pare esattamente un complimento. Semmai, l’unica consolazione per la vittima dell'epiteto, può essere la considerazione che Grillo abbia voluto usare un eufemismo, potendo scegliere sinonimi di assai più immediato impatto, presi direttamente dal gergo della quotidianità e della piazza, che certo non si diletta con un ghiribizzo retorico, un’acutezza, avrebbero detto i poeti baroccheggianti, come appunto questo “depensante” elargito in quella che avrebbe dovuto essere la camera caritatis di una telefonata.
Sono andato a guardare sui dizionari. Sul Treccani, “depensante” sta per “privo della capacità di pensare con la propria testa, preferendo conformarsi al pensiero di altri”. Tra l’altro, si scopre che proprio Sgarbi aveva usato il termine almeno in due occasioni: la prima, quando aveva rivolto il complimento a Riccardo Illy, di cui era competitor elettorale, apostrofandolo con un “figlio di papà depensante”, la seconda, indirizzandolo all’assessore alla Cultura di Firenze Giovanni Gozzini che non aveva concesso lo sconto sulle affissioni in occasione della sua mostra sull’omosessualità “Vade retro”: “Ci avevo parlato per telefono e non mi era sembrato depensante”. Non finisce qui, l’ultima chiosa arriva da Paolo Crepet che abituale psico-ospite in salotto tv manifesta compiacimento per l’aggettivo e aggiunge: “Secondo me la Raggi pensa, è quello il problema”. Personale constatazione, ancorché a rischio di genericità spocchiosa. Credo che l’unica categoria che esca malconcia da questo rimbalzo tra telefoni e tv sia quella del “pensante”. Il “de” non smette di eseguire il suo compito quotidiano.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Megan Rapinone eletta "persona dell'anno" da Sport Illustrated

Megan Rapinone eletta "persona dell'anno" da Sport Illustrated

New York, 10 dic. (askanews) - La calciatrice statunitense Megan Rapinoe è stata nominata "persona dell'anno" da Sport Illustrated. La vincitrice della coppa del mondo è diventata una star non solo per le sue doti atletiche ma anche per le sue battaglie nel nome dell'inclusione e della parità di genere. Sul red carpet della cerimonia a New York parata di star: insieme a Rapinoe, anche Shaquille ...

 
Nuova Zelanda: 50% di possibilità che ci sia un'altra eruzione

Nuova Zelanda: 50% di possibilità che ci sia un'altra eruzione

Milano, 10 dic. (askanews) - Nelle prossime 24 ore potrebbe verificarsi una nuova eruzione del vulcano dell'isola White island in Nuova Zelanda, dopo la prima in cui sono rimaste uccise 13 persone. Lo ha spiegato Sarah-Stuart Black, direttore della protezione civile neozelandese. "Le telecamere web mostrano gas e vapore che escono dall'area attiva. Mentre abbiamo assistito a un costante declino ...

 
Natale in musica: le 10 canzoni più belle di sempre, ascolta le hit
Feste

Natale in musica: le 10 canzoni più belle di sempre, ascolta le hit

Natale è una atmosfera. Che si riconduce alla musica. Quanti di voi ricollegano le feste a un pezzo musicale del passato. Ce ne sono tantissimi e la scelta della canzone è davvero difficile. Per approfondire leggi anche: Musica, arriva il disco di Natale Così in questo video, partendo dalle classifiche di Spotify, dai grandi classici del passato alle versioni più recenti, abbiamo selezionato le ...

 
Scomparso dai radar aereo militare cileno con 38 persone a bordo

Scomparso dai radar aereo militare cileno con 38 persone a bordo

Roma, 10 dic. (askanews) - Un aereo militare cileno con 38 persone a bordo è scomparso dai radar dopo essere decollato dal Sud del Paese per una base in Antartide. L'aereo, un C-130 Hercules, è partito alle 16,55 e ha perso i contatti radio alle 18,13. La conferma è arrivata dall'Aeronautica cilena che ha spiegato che 17 a bordo erano membri dell'equipaggio e gli altri 21 passeggeri. In un tweet ...

 
Festival di Sanremo: voci sul ritorno all'Ariston di Francesco Gabbani. Arriva un nuovo super tormentone?

MUSICA

Video Festival di Sanremo: voci sul ritorno all'Ariston di Francesco Gabbani

Al Bano e Romina Power tornano insieme al Festival di Sanremo? Possibile, come sostengono ormai da tempo le indiscrezioni sulla sfida canora nazionale, che è anche programma ...

10.12.2019

Totti vuole il quarto figlio, ma Ilary porta in famiglia Donna Paola

La curiosità

Totti vuole il quarto figlio, ma Ilary porta in famiglia Donna Paola

Mentre Francesco Totti spera di convincere Ilary Blasi a mettere in cantiere il quarto figlio, lei porta in casa Donna Paola e la presenta senza veli su Instagram. Anzi, più ...

10.12.2019

La casa di carta, quarta serie su Netflix dal 3 aprile. Nairobi vive o muore? Fioccano le indiscrezioni Video

televisione

Video La casa di carta, quarta serie dal 3 aprile. Nairobi vive o muore?

"Fu allora che iniziò la guerra". Finiva con questo annuncio la terza serie de "La casa di carta", la seguitissima fiction Netflix che racconta la storia (di fantasia) della ...

09.12.2019