Serve la colletta per la cauzione?

Serve la colletta per la cauzione?

30.11.2016 - 12:07

0

Era un po’ di tempo che non si faceva vivo e francamente cominciavamo a preoccuparci. I miti, buoni, cattivi, a mezz’aria, i miti di questa fragile modernità devono alimentarsi, non possono scomparire - se non per sempre, ma quello è un altro discorso - devono ripresentarsi ogni tanto e tornare a impressionarci con le loro gesta.
E Lapo è tornato, la polizia di New York lo accusa di avere simulato un sequestro, una cosetta per cui potrebbe finire in carcere anche per due anni, e si sa che gli americani su queste cose non scherzano.
Cosa avrebbe combinato? Semplice. Arriva il Giorno del Ringraziamento a NY si insedia in un appartamento e comincia un festino a base si drug and sex, due giorni. Solo che a un certo punto i dollari finiscono e allora lui che fa? Chiama la casa madre, a Torino, annuncia di essere stato rapito e chiede un contributo di diecimila dollari per farsi liberare.
La casa-madre avvisa però la polizia che ci mette un niente per trovare un trans con il malloppo - quello con cui Lapo si stava dilettando - e scoprire tutta la messa in scena.
Un bel guaio che dice di alcune cose.
Lapo ha le sue abitudini e non si smentisce, i suoi ritmi di vita sono ad alta velocità e gli additivi costano e anche parecchio.
A quel punto, e già siamo oltre la soglia della normalità, scatta la differenza: l’inventiva che costruisce uno stratagemma, infantile, innocente, se si vuole, perché a chi lo architetta non viene minimamente in testa che il piano ha troppe variabili incerte e incontrollabili per poter funzionare: un trans, la polizia di NY, la famiglia a Torino. E infatti l’inghippo non funziona.
E’ fantastica questa riapparizione di Lapo: intanto lo ringraziamo per averci distratto dal tran tran, per averci tolto da questo insostenibile Sì/No/Sì/No che incombe domenica prossima. Per un giorno, pensiamo a lui e non alle truppe dei due schieramenti che se le stanno dando a tutto spiano, su un copione francamente ripetitivo e noioso.
Grazie Lapo, grazie per questa vita estemporanea e all’arma bianca, che ogni tanto torna a riaffacciarsi e ci dice di un mondo parallelo che noi vediamo da lontano e proprio per questo trasformiamo in un mito. I miti che ci possiamo permettere, certo.
La distanza è fondamentale, non i chilometri che ci separano da NY, ma il territorio simbolico in cui vivi, di per sé inaccessibile, se non quando arrivi davanti a un negozio e parcheggi il suv mimetico come se fosse la piazzetta sotto casa. Allora ti vediamo per un momento, come quando appari con le tue giacchette technicolor o l’ennesima delle ennesime inarrivabili compagnie con cui ti ami circondare. Oh, nessun moralismo, magari un poco di invidia, come si fa a non provarla?! Vivi la vita come ti pare. Certo, però, caro Lapo, pensavamo che la cassa fosse più fornita. Mi cadi su diecimila dollari, diecimila fottutissimi dollari, quando tutti stavamo a pensare a un pozzo personale senza limiti. Allora anche tu hai il lunario da sbarcare? Anche tu devi fare i conti e scoprire che sei al verde? E ti devi arrabattare e ricorrere alla tutta nostrana arte di arrangiarsi per tappare il buco che si è aperto.
Lapo, continua a correre, speriamo vivamente che le porte del carcere non si aprano, ma certo se si aprissero ti saremmo ancora più vicini. A proposito, serve una colletta per la cauzione?

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cremonini a passeggio a Bologna sotto le luminarie dedicate alla sua canzone

Cremonini a passeggio a Bologna sotto le luminarie dedicate alla sua canzone

(Agenzia Vista) Bologna, 15 dicembre 2019 Cremonini a passeggio a Bologna sotto le luminarie dedicate alla sua canzone Il cantante Cesare Cremonini è stato riconosciuto dai fan in via D'Azeglio a Bologna nonostante la tuta con cappuccio e gli occhiali scuri. Cremonini passeggiava sotto le luminarie dedicate alla sua canzone "Nessuno vuole essere Robin", scelta dopo il successo dell'iniziativa ...

 
Berlusconi: "Dobbiamo convincere quei 7 milioni di italiani che non sono di sinistra a votare"

Berlusconi: "Dobbiamo convincere quei 7 milioni di italiani che non sono di sinistra a votare"

(Agenzia Vista) Milano, 15 dicembre 2019 Berlusconi: "Dobbiamo convincere quei 7 milioni di italiani che non sono di sinistra a votare" A Milano la convention "Idee Italia, la voce del paese" organizzata da Forza Italia "per rilanciare una proposta liberale per l’Italia". Presente il leader del partito Silvio Berlusconi. Fonte Facebook Silvio Berlusconi Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev ...

 
Thierry Henry all'aeroporto Marconi per andare allo stadio per Bologna-Atalanta

Thierry Henry all'aeroporto Marconi per andare allo stadio per Bologna-Atalanta

(Agenzia Vista) Bologna, 15 dicembre 2019 Thierry Henry all'aeroporto Marconi per andare allo stadio per Bologna-Atalanta Il calciatore francese è atterrato all'aeroporto Marconi di Bologna per poi recarsi allo stadio e assistere alla partita Bologna-Atalanta. Fonte Etv Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Di Maio: "Mercato delle vacche? Una battuta simpatica, è un'operazione di Salvini in difficolta"

Di Maio: "Mercato delle vacche? Una battuta simpatica, è un'operazione di Salvini in difficolta"

(Agenzia Vista) Roma, 15 dicembre 2019 Di Maio: "Mercato delle vacche? Una battuta simpatica, è un'operazione di Salvini in difficolta" "Mercato delle vacche? Una battuta simpatica, è un'operazione di Salvini in difficolta". Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervenuto a margine della presentazione dei facilitatori del M5s al Tempio di Adriano a Roma. Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
Domenica Live, sorpresa: dichiarazione d'amore in diretta di Lucas Petrachi a Mercedesz Henger

In tv

Domenica Live, sorpresa: dichiarazione d'amore in diretta di Lucas Petrachi a Mercedesz Henger

Sorpresa nella domenica pomeriggio di Canale 5 da Barbara D'Urso. Arriva una sorpresa, una dichiarazione d'amore in diretta tv. Arriva nel corso dell'ultima puntata dell’anno ...

15.12.2019

Tu si que vales, intervista a Enrica Musto: "Ho vinto e non ci credo nemmeno io". Il video

TELEVISIONE

Video Tu si que vales, Enrica Musto: "Ho vinto e non ci credo"

“Ho vinto e non ci credo nemmeno io”. Sono parole della bella e bravissima cantante lirica Enrica Musto, vincitrice dell’edizione 2019 di Tu si que vales, lo show Mediaset ...

15.12.2019

Miss mondo 2019: vince Toni-Ann Singh, psicologa di 23 anni della Giamaica

Londra

Miss mondo 2019: vince Toni-Ann Singh, psicologa di 23 anni della Giamaica

Ha 23 anni è una psicologa e viene dalla Giamaica: Toni-Ann Singh è stata eletta miss mondo 2019 nel corso della finale che si è disputata a Londra. Al secondo e terzo posto ...

15.12.2019